Allarme sicurezza, personale del San Filippo Neri aggredito: un arresto

0
21

Alcuni medici e paramedici dell’ospedale S. Filippo Neri sono stati aggrediti ieri sera, intorno alle 21.00, all’interno della struttura ospedaliera, da un 26enne e pregiudicato.

L’aggressore, Z.M., pare si fosse presentato presso la struttura sanitaria chiedendo assistenza ma, dopo una breve degenza, avrebbe iniziato ad assumere un atteggiamento insofferente sfociato poi atti di violenza che hanno provocato diverse lesioni alle vittime. Gli agenti del commissariato Primavalle della questura di Roma, prontamente allertati, hanno attivato le indagini e, a poche ore dall’aggressione, hanno rintracciato e arrestato il pregiudicato. Per il 26enne è scattato il fermo di indiziato di delitto per lesioni personali gravissime ed interruzione i pubblico servizio.

Seriamente preoccupato il direttore sanitario del San Filippo Neri che, a seguito dell’ennesima aggressione, ha dichiarato di aver convocato “un'assemblea dei sindacati medici con il presidente dell'ordine di Roma Mario Falconi per prendere decisioni sulla sicurezza degli operatori sanitari". Duro anche il commento del presidente dell’ordine, Mario Falconi: “La situazione è grave. Ho chiamato il questore di Roma che mi ha assicurato l'attivazione di misure nei turni di notte e ho chiesto un incontro urgente al ministro della Salute Ferruccio Fazio. Il personale è esasperato e opera in continua situazione di emergenza, sotto organico, sovraccaricato dal lavoro anche a causa del blocco del turn over".