Arrestati gli aggressori dello straniero ridotto in fin di vita a colpi di spranga

0
25

Avevano brutalmente aggredito un marocchino di 25 anni, i due italiani, un un 40enne originario di Catania e un 25 enne di Pomezia, arrestati dai Carabinieri della Compagnia di Pomezia e della Stazione di Torvaianica.

I fatti risalgono al primo luglio scorso, quando la vittima fu colpita ripetutamente alla testa con una spranga di ferro e ridotta in fin di vita. I Carabinieri intervenuti sulla scena del crimine dopo essere stati contattati da alcuni passanti, erano riusciti a ricostruire la dinamica del pestaggio e l’identikit dei due picchiatori. La vittima fu ricoverata in prognosi riservata ed in pericolo di vita all’ospedale di Ostia.

Avviata l’attività info-investigativa in tutta l’area di Torvaianica, i Carabinieri sono riusciti a risalire agli autori dell’aggressione, grazie anche ad ulteriori testimonianze acquisite durante l’indagine.

I magistrati della Procura della Repubblica di Velletri, valutato il quadro probatorio raccolto dagli investigatori, hanno richiesto ed ottenuto il provvedimento restrittivo a carico dei due. Stando a quanto emerso nel corso delle indagini, il movente dell’episodio criminoso sarebbe riconducibile ad una disputa sorta per il controllo dello spaccio di droga lungo il litorale di Torvaianica.