Frana la via Casilina

0
22

Due massi di quaranta centimetri di diametro sono venuti giù sabato scorso dal costone sovrastante via Casilina, tra Labico e Valmontone (chilometro 40,500).  A segnalare la caduta è stato un automobilista di passaggio. Immediato l’intervento delle squadre di soccorso, carabinieri, protezione civile e vigili del fuoco, che hanno subito ravvisato la pericolosità del tratto. In un primo momento è stata chiusa solo una corsia, poi in seguito al sopralluogo dei tecnici dell'Astral è stata disposta la totale interruzione. L'ispezione di ieri da parte di un geologo ha confermato il rischio smottamento. Saranno necessari lavori di messa in sicurezza e la strada rimarrà chiusa fino alla conclusione dell'intervento.

L’alternativa al passaggio resta ora la SS Fiuggi in direzione Palestrina. Nel frattempo i carabinieri della stazione locale hanno avviato un'indagine per scoprire le reali cause. Sul luogo dell'incidente è stato scoperto un cantiere dove erano al lavoro ruspe e camion. Secondo l'ipotesi degli inquirenti la frana potrebbe essere stata generata proprio dalle vibrazioni dei grossi mezzi, ma solo uno studio scientifico potrà accertare quanto accaduto. Sotto esame anche le autorizzazioni per i lavori. Da una prima analisi delle carte sembrerebbe tutto in regola, ma è «controverso» l'utilizzo di macchine scavatrici. Secondo i carabinieri gli operai stavano riportando alla luce un'antica via di campagna, ripulendola di erbacce e piante.