Settembre, ricominciano i disagi

0
56

Ogni anno è sempre la stessa storia. Un po’ come la filosofia vichiana dei corsi e ricorsi storici, similmente sulla linea ferroviaria Roma-Velletri i problemi per i pendolari si ripetono insoluti allo scoccar di settembre, quando lavoro e scuole riaprono i battenti. Una realtà, quella della Fr4, ferma per molti aspetti all’Ottocento, al 1859 per essere precisi, anno in cui il Papa decise di prolungarla a binario unico sino a Velletri. Tale era e tale è rimasta, con tutto il suo bagaglio di complicazioni. Innanzitutto i tempi di percorrenza: 59 minuti da un capolinea all’altro, addirittura 41 dalla città veliterna allo snodo ciampinese. Poi l’infrastruttura: dalla Capitale alla città dell’aeroporto la rotaia è doppia per poi divenire un “unicum” in tutto il tratto castellano, attraversato da ben 13 passaggi a livello, con una densità di popolazione elevatissima e con la possibilità di incrocio dei convogli in sole 3 stazioni su 8.

Non aiutano, inoltre, le lacune dell’ente ferroviario, che poco fa per apportare migliorie alla linea e alleviare i disagi dei passeggeri. È vero che, rispetto al passato, i convogli sono più moderni e spaziosi, ma troppa acqua dovrà scorrere ancora sotto i ponti. E' quello che dice la maggioranza dei pendolari. Come Giovanni, studente, che zaino in spalla prende tutte le mattine il treno da Santa Maria delle Mole: «Mi sembra di viaggiare in un treno merci», racconta laconicamente. Oppure Simona, che ha preferito la macchina e il traffico selvaggio: «E’ diventato insopportabile salire su quelle carrozze sporche e strapiene, soprattutto nella ressa mattutina. Da due mesi mi reco a Roma in auto». C’è chi da un suggerimento alla Rfi: «Bisognerebbe – propone Andrea – aumentare la frequenza dei treni, contenere i ritardi, ottimizzare la pulizia dei convogli». Negli ultimi mesi le speranze dei pendolari sono state alimentate dalla nascita del comitato “Raddoppio Ciampino-Velletri”, una class action che ha intentato una battaglia di sensibilizzazione a cui i Comuni sembrano rispondere positivamente. Ora occorrerà vedere cosa ne pensano gli enti sovraordinati. 

 Marco Montini

È SUCCESSO OGGI...

Bimbo caduto nel pozzo: è in condizioni gravissime

Velletri, cade in un pozzo di oltre 5 metri: salvato dai vigili del fuoco

Dalle otto di questa mattina i vigili del fuoco di Velletri, comando vvf Roma, con l'ausilio del nucleo SAF hanno tratto in salvo un uomo di circa 70 anni di nazionalità italiana, caduto in...
Cronaca di Roma, Truffe, Anziani, truffa agli anziani, truffa, truffa incidente, truffa nipote incidente

Tivoli, linee telefoniche fuori uso a causa dei black out elettrici della scorsa notte

A causa dei black out elettrici della scorsa notte, al momento non sono funzionanti le linee telefoniche di tutti gli uffici comunali, centrali e periferici. Sono comunque garantiti i servizi al cittadino negli uffici della...

Campidoglio: per San Pietro e Paolo divieto di vendita, somministrazione, trasporto bevande contenitori in...

Tutelare l’incolumità pubblica e la sicurezza dei presenti in occasione di manifestazioni che possono comportare la concentrazione di un alto numero di persone in spazi ristretti o delimitati. Con questo obiettivo la sindaca di...
tuscolano civitavecchia

Collatina, incendio vicino scuola: scatta l’allarme salute

“Un grosso incendio è divampato poco fa nei pressi della scuola materna Dalmazio Birago, vicino via Collatina, e sta preoccupando personale scolastico e genitori, i quali allarmati dalle maestre, sarebbero stati sollecitati ad andare...
Ani DiFranco (photocredit GMDThree)

Ani DiFranco a Roma: la “piccola cantante folk” il 4 luglio a Villa Ada

L'anteprima del festival Villa Ada - Roma incontra il mondo avrà la sua indiscussa protagonista. Martedì 4 luglio tornerà a incantare i suoi numerosi fan la cantautrice americana, vincitrice di un Grammy Award, Ani...