Via delle Meduse come una pista: residenti esasperati

0
20

Sos via delle Meduse. L’arteria di Isola sacra sembra infatti diventata un autodromo dove auto e moto sfrecciano a velocità sostenuta a tutte le ore del giorno e della sera, mettendo a repentaglio l’incolumità di tutti. Pedoni, automobilisti e ciclisti rischiano letteralmente la vita per l’incoscienza di alcuni che, incuranti dei limiti di velocità, spingono i propri mezzi come fossero dei bolidi. A lanciare l’allarme, chiedendo all’Amministrazione di intervenire attraverso la realizzazione di attraversamenti pedonali rialzati, sono i residenti, preoccupati per la possibilità che si verifichino incidenti stradali.

Del resto, risale a qualche giorno fa il brutto incidente nel corso del quale un centauro, impattando contro un’auto, ha compiuto un volo di una ventina di metri prima di ricadere pesantemente a terra. La notte, aggiungono i cittadini, non va meglio. Anzi, la situazione a via delle Meduse diventa, se possibile, ancora più pericolosa. Auto e moto si lanciano in rumorosissime scorribande tanto da indurre i residenti a credere che qualche banda si sfidi in gare di velocità tra auto e moto. Per questa ragione, per far cessare il pericolo soprattutto adesso che le scuole sono iniziate, si chiede l’installazione degli attraversamenti pedonali rialzati, come già realizzato a via Trincea delle Frasche, utili come deterrenti contro la velocità.

A via delle Ombrine, invece, i residenti sollecitano un riassetto della viabilità vista la perenne congestione del traffico. Oggi e domani saranno in corso i lavori di asfaltatura ma, assicurano i cittadini, la viabilità rappresenta davvero un problema. Persino uscire dal parcheggio a spina è complicato. «Cosa succederà a Natale», chiedono. Maria Grazia Stella