Via Cavour, la furia dei residenti

0
84

Per l’arroganza dell’Amministrazione e dei commercianti di corso Trieste, per i loro scopi di cassetto, portano i cittadini di via Cavour a vivere come sorci. Un terremoto tra rumori assordanti con passaggio di auto e camion ad alto tasso di inquinamento facendo danni a cose e persone». È tutto in questo cartello, “appiccicato” su vetrine e pali della luce, la rabbia dei residenti di via Cavour. La protesta del comitato, iniziata già a fine luglio dopo la modifica dei sensi direzionali del centro storico da parte di Palazzo Colonna, è sfociata vibrante la scorsa settimana quando i cittadini sono scesi in strada a protestare contro lo status quo attuale: «Togliere il doppio senso su corso Trieste è una scelta errata, che conduce gran parte del traffico su via Cavour, strada stretta e pericolosa – ha detto De Marzi -. Con le finestre aperte le case sono camere a gas e siamo costretti a respirare miscele venefiche.

Cosa ha fatto il Comune per rispettare le norme a tutela della salute pubblica? Ci sono leggi quadro sull’inquinamento acustico, la 447/95 o la legge regionale del 3.8.2001, che prevedono provvedimenti contro il rumore. Senza dimenticare poi le disposizioni regionali sulla qualità dell’aria, dove Marino è considerato sito inquinato e classificato zona di criticità B dell’aria ambiente». Per il comitato c’è il sospetto che il senso unico di corso Trieste sia stato adottato per favorire le attività commerciali del corso principale. Una tesi non condivisa dall’assessore Catenacci, che aveva ricevuto il comitato dopo la protesta: «La modifica del traffico del centro storico è legata al termine del parcheggio di piazzale degli Eroi. Servono altri 30 giorni di pazienza e poi si potrà rivedere la cosa insieme. Siamo aperti al dialogo con i cittadini e continueremo ad avere contatti con il portavoce De Marzi per organizzare una serie di colloqui e risolvere l’annosa questione». 

È SUCCESSO OGGI...

Con appena 56 milioni fra impianti compost e isole ecologiche già si parla di...

Sarà anche per l’approssimarsi della campagna elettorale per le regionali del prossimo anno, fatto sta che Nicola Zingaretti si è stancato di veder additato il Lazio fra le regioni più scassate d’Italia. Soprattutto per...

Città Metropolitana, la scarsa trasparenza sui superstipendi dei dirigenti di un ente che...

La Città metropolitana di Roma è l'ente che ha ereditato le competenze della Provincia con qualche delega in più attribuita dalla Regione Lazio. Ma per dare una parvenza di democrazia, visto che nelle Città metropolitane  non si vota...

Corviale, arrestato rapinatore della farmacia di via Portuense

I Carabinieri della Stazione Roma Bravetta, con la collaborazione dei militari della Stazione Roma Villa Bonelli, hanno identificato e sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria il rapinatore che nel pomeriggio di lunedì scorso aveva...
Incendio in un pub, evacuato lo stabile

Rogo Castel Fusano, terzo incendiario arrestato dai carabinieri

Una terza persona è stata sorpresa ieri pomeriggio ad appiccare il fuoco nella pineta di Castel Fusano. I Carabinieri del Gruppo Forestale di Roma hanno arrestato per incendio boschivo un 36enne iracheno, regolare sul...

Atac a un passo dal crac. Rota: «Schiacciati dai debiti»

"In questi mesi ho preso progressivamente atto di una situazione dell'azienda assai pesantemente compromessa e minata, in ogni possibilità di rilancio organizzativo e industriale, da un debito enorme accumulato negli anni scorsi". Lo dice...