Bioparco, domenica \”incontri ravvicinati\” con lemuri elefanti e rettili

0
22

Lemuri, elefanti e rettili sono i protagonisti degli incontri ravvicinati organizzati domenica 21 agosto. In sala Elefanti dalle 11 alle 13 e dalle 14 alle 16 saranno organizzati incontri ravvicinati con i rettili a cura dello staff zoologico che sarà a disposizione per spiegare le caratteristiche e le curiosità di serpenti, sauri e testuggini e rispondere a tutte le domande del pubblico. Alcuni degli animali presenti saranno: il Pitone reale (Python regius), pitone di medie dimensioni di origine africana che vive in savane asciutte. Il suo manto a macchie nere e grigie gli permette di mimetizzarsi perfettamente; presenta un corpo tozzo e corto che rivela le sue abitudini di caccia a terra e nelle tane dei roditori;

il Serpente del grano (Elaphe guttata) serpente americano dalla bella livrea rosso/gialla; il colore gli serve a ‘mascherarsi’ da serpente velenoso mentre, in realtà, non lo è; il Drago barbuto (Pogona vitticeps) lucertola spinosa dei deserti australiani provvista di spine sotto il collo (la “barba”) che si possono irrigidire per pungere in bocca un eventuale predatore; mangia insetti e vegetali; il geco leopardino (Eublepharis macularius ) Geco terrestre Afghano che presenta una caratteristica coda rigonfia contente grasso e liquidi per superare i periodi di carestia nel deserto.

L’area dei lemuri Catta alle 16.30 sarà invece teatro dell’attività Incontro con i lemuri, in cui bambini scopriranno tutti i segreti delle simpatiche proscimmie del Madagascar dalla inconfondibile coda ad anelli bianchi e neri. Per l’occasione i guardiani prepareranno per il gruppo di lemuri un menu speciale a base di pigne riempite di yogurt e cereali, canne di bambù con miele, yogurt e pezzetti di frutta nascosti all’interno e grandi palle di erba e frutta. Oltre ad essere cibi molto appetitosi per i lemuri, questi strumenti rappresentano una strategia per stimolare l’attività fisica e lo sviluppo di quei gesti tipici del comportamento che gli animali hanno in natura: un insieme di pratiche conosciute come ‘arricchimento ambientale’.

Presso l’area degli elefanti si terranno due appuntamenti con l’A tu per tu con gli elefanti, il primo alle ore 11.00 e il secondo alle 14.30, riservati esclusivamente ai bambini che potranno dare da mangiare alle due elefantesse asiatiche del Bioparco, Nelly e Sofia. Per l’attività di a tu per tu la prenotazione è obbligatoria e si può effettuare il giorno stesso presso la Sala degli Elefanti. Tutte le attività della giornata sono comprese nel prezzo del biglietto di ingresso del Bioparco. L’iniziativa si realizza con il contributo del Servizio Conservazione della Natura del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare. L’evento ha l’obiettivo di informare in modo nuovo, coinvolgente e divertente il visitatore che da turista, in questo periodo di vacanze, diventa spesso complice inconsapevole del commercio di animali e piante. Infatti, la tentazione di tornare da un viaggio con un souvenir in carne e ossa strappato al suo ambiente naturale, o “salvato” dalle mani di qualche commerciante nei poveri mercati locali, è molto forte. Nella maggior parte dei casi non si ha la minima percezione di contravvenire alle norme vigenti che prevedono anche sanzioni giuridiche.

Il commercio di specie minacciate di estinzione è regolamentato dalla C.I.T.E.S o Convenzione di Washington: un accordo tra 166 governi che mira ad assicurare che il commercio internazionale di animali e piante non ne minacci la sopravvivenza in natura.