Villa Blanc, area off limits e degradata

0
27

Villa Blanc, il complesso ottocentesco che ospiterà la business school dell’università Luiss, è ostaggio del degrado. Siamo al civico 216 di Via Nomentana. E' qui l'ingresso principale di Villa Blanc, 47000 mq tutelati da vincoli paesaggistico-ambientali dal 1922.  L'intera area è chiusa al pubblico da tempo immemorabile e continua ad essere vittima del degrado urbano. I cittadini e le associazioni di via Nomentana però non si arrendono e insistono «affinché l'interesse dei privati non sovrasti l'interesse pubblico e la villa torni ad essere un bene di tutti». 

Con una lettera indirizzata al presidente del Municipio III Dario Marcucci, il sindaco Alemanno ha risposto a quanti auspicavano l'acquisto da parte del Comune: il bilancio non può permettersi Villa Blanc. Dal '96 infatti la villa, che ospita al suo interno edifici storici e un immenso parco, è proprietà della Luiss. Da questa acquisizione sono scaturite una serie di proteste e trafile burocratiche che vedono schierati da un lato i cittadini appoggiati dal Municipio III, dall'altro l'università spalleggiata dal Comune di Roma. Il progetto originario della Luiss prevedeva il trasferimento della facoltà di economia e la realizzazione di un parcheggio nei livelli sotterranei del parco, là dove si estendono le catacombe di Sant'Agnese.

Ampiamente contestato in violazione delle norme del Piano regolatore generale (Prg) vigente, l'istituzione universitaria presenta così un nuovo piano approvato dal Comune: opere ed edifici restaurati per ospitare una business school. Mentre l'incuria sta distruggendo la vegetazione del parco, il Comitato Villa Blanc, istituito dai cittadini nel 2001 allo scopo di salvaguardare e valorizzare il complesso, ci spiega: «Il problema non è nel mero confronto pubblico – privato, ma nella corretta e lecita progettualità per una pubblica fruizione dei beni culturali. Abbiamo in questo pessimi esempi di mancanza di rispetto delle minime regole di pianificazione urbanistica sia in enti pubblici, come nel caso della Sapienza a Villa Mirafiori, che privati, la Luiss appunto in Villa Blanc». «La villa è nostra da molti anni e credo sia nostro interesse tutelarla al meglio», ha dichiarato a Cinque Giorni il direttore generale della Luiss Pier Luigi Celli.  

Paola Filiani