Musicista pestato a Roma: altri due arresti

0
67

Altre due persone sono state arrestate dalla Digos di Roma per il pestaggio del 25 giugno scorso nel quartiere Monti ai danni di Alberto Bonanni, il musicista di 23 anni tuttora in coma.

Si tratta di Massimiliano Di Perna, 45 anni, il pittore che ebbe l'alterco iniziale con Bonanni prima del pestaggio, e di Gianluca Biscossi, 38 anni, che pare abbia chiesto al branco di intervenire «per dare una mano» a Di Perna. Secondo l'accusa i due avrebbero anche preso parte all'aggressione. Per la vicenda erano già stati arrestati tre giovani, Carmine D'Alise, Cristian Perozzi e Brian Bottigliero,mentre un quarto è indagato.

Secondo quanto accertato, Di Perna avrebbe avuto una banale discussione con Bonanni a causa dei rumori provenienti dalla strada. Alcune pernacchie avrebbero poi provocato l'ira del pittore che sarebbe sceso brandendo un bastone. A quel punto Biscossi, secondo l'accusa, avrebbe allertato il gruppetto di giovani del rione Monti che si era autoattribuito il compito di controllo del territorio e questi sarebbero intervenuti, con una manovra di accerchiamento, aggredendo Bonanni con calci, pugni ed anche un casco.

Per Di Perna c'è già stata la convalida del fermo, mentre per Biscossi è stata chiesta stamattina. Ai due viene contestato il concorso in omicidio aggravato. 

È SUCCESSO OGGI...

Ruba vestiti in un negozio sportivo e scappa

Gli agenti della polizia di Stato della Sezione Nibbio, in servizio di pattuglia con le moto, intervenuti ieri pomeriggio a Roma in via del Corso per la segnalazione di un furto, hanno arrestato un...
fucile

Infastidito dagli schiamazzi dei ragazzini, gli spara col fucile

Spara ad altezza d'uomo su un gruppo di ragazzini tra i 12 e i 15 anni perché infastidito dai loro schiamazzi. Il gruppetto stava giocando in strada quando l'anziano, fuori di sè, ha imbracciato...

Scippa una donna al ristorante e si dà alla fuga

Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Viminale, hanno arrestato una giovane 19enne di origini cubane, per il reato di furto aggravato. Nel corso di un servizio di controllo del territorio, i poliziotti...

3 milioni di euro in orologi e gioielli: smascherato il “tesoretto” della camorra

Non è sfuggito ai carabinieri nemmeno il "tesoretto" che la mala in affari a Roma nascondeva in locali e appartamenti nella sua disponibilità: la scorsa notte, dopo i 23 arresti e i beni per...