Sporcizia regina dei marciapiedi

0
18

A pochi giorni dall'inizio della ristrutturazione dell'edificio che ospitava l'ambasciata somala, la situazione di degrado in via dei Villini interessa ora proprio la via, costellata di villette a schiera e sede di tanti uffici. Nel tratto situato tra via Nomentana e piazza Galeno, cartacce e rifiuti intasano gli spazi riservati ai pedoni. «La via non è soggetta al traffico, come può esserlo l'adiacente via Nomentana – ci racconta una residente – ma negli ultimi tempi, soprattutto con l'arrivo dell'estate, dai rifiuti e quant'altro sembra che in zona circolino centinaia e centinaia di persone».

E ancora, pali divelti e abbandonati sui marciapiedi, erbacce sul ciglio della carreggiata e foglie secche. Tante poi le buche con vari tentativi di rattoppo. E per quelle che restano scoperte, diverso destino: la diventano ricettacolo di rifiuti.  Non siamo di certo davanti allo scenario dei cassonetti strabordanti ai quali ci ha abituato Roma negli ultimi tempi «ma sembra comunque che il degrado che tocca all'adiacente via Regina Margherita, dove tutti i giorni restano evidenti le tracce delle decine di bancarelle che stazionano sulla via,  ci stia contagiando per osmosi» continuano a raccontare i residenti. L'incuria della città di Roma non riguarda solo le periferie degradate ma anche tutte quelle zone definite residenziali.

Paola Filiani