Nasce Lazio Ambiente il compratore di Gaia

0
18

Con 50 voti favorevoli su 58 consiglieri votanti, il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mario Abbruzzese, ha approvato ieri la proposta di legge con la quale la Regione Lazio risolverà l’annoso problema di Gaia, il Consorzio Gestione Associata Interventi Ambientali, in amministrazione controllata da alcuni anni. Promosso da alcuni comuni laziali nel 1997, il Consorzio, al quale fa capo tra l’altro la discarica e il termovalorizzatore di Colleferro, ha visto ridurre negli anni la propria attività, il personale, mentre è aumentata la massa debitoria, ma anche i crediti da parte dei Comuni serviti.

«In attesa del riordino del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani, la Regione interviene nelle situazioni di crisi gestionale del servizio pubblico, al fine di garantire la continuità e la corretta funzionalità del servizio stesso» – si legge in una nota stampa dell’ufficio regionale. Il capitale della società è inizialmente costituito dall’apporto minimo di 120 mila euro, alla Regione è inizialmente riservata la totalità delle azioni e successivamente, non meno del 51% del capitale sociale. Approvati dunque anche gli emendamenti del Pd che chiedevano una maggiore presenza della parte pubblica nella costituzione della società.

Il resto dell'articolo nel giornale di oggi.