Le proposte per il riuso del deposito

0
34

Mercatino del baratto, laboratorio per il riciclo dei materiali, spazi espositivi per artisti contemporanei, ostello della gioventù, skate park. Sono davvero disparate le proposte degli abitanti del Delle Vittorie per recuperare lo spazio dell'ex deposito Atac di piazza Bainsizza, attualmente inutilizzato. Ben 15.000 metri quadrati che potrebbero essere destinati ad attività di pubblica utilità. Per capire come trasformare la vasta area nel modo più concreto rispetto alle esigenze di chi tutti i giorni si confronta con la realtà del quartiere, sono stati interpellati attivamente proprio i residenti del XVII, chiedendo loro di esprimere ciò che manca nel territorio e ciò che potrebbe essere valorizzato.

Le varie proposte, nate dal confronto della comunità nel corso dei precedenti incontri del Laboratorio di Progettazione Partecipata, sono state riunite in una scheda e diffuse on line, pronte per essere votate per una selezione finale da cui uscirà il progetto da inoltrare alla pubblica amministrazione. «L'idea della scheda da votare on line nasce dall'impossibilità di molte persone di partecipare alle riunioni del Laboratorio – spiega Massimiliano Buono del Coordinamento Cittadino Progetto Partecipato – In questo modo si riesce a dar voce a molti più pareri e anche il progetto ne acquista in credibilità: c'è molta voglia di partecipare! In questa fase cerchiamo di accogliere tutte le istanze, anche le più fantasiose. In seguito l'elaborazione dei dati genererà naturalmente la sintesi».

Dopo lo smistamento delle schede sarà un gruppo di docenti della facoltà di Architettura dell'Università Roma 3 a condurre lo studio tecnico sulla fattibilità dei progetti. Le idee in pole position? Un presidio sanitario, un parco, una biblioteca e un nido. «Ad avere le preferenze della collettività sono i progetti sociali, culturali ed eco sostenibili – conferma Buono, evidenziando l'attenzione dei residenti per la qualità della vita nel territorio – Il Laboratorio, però, oltre alla partecipazione dei cittadini, implica quella delle istituzioni. Per noi è importante portare avanti il sondaggio, ma alla fine la proposta ultima dovrà avere un riscontro positivo da parte dell'Amministrazione capitolina, altrimenti si tratterà dell'ennesimo discorso che rimane in sospeso». A questo proposito il coordinamento cittadino ricorda l’incontro pubblico di mercoledì alle 21 nei giardini di Castel Sant’Angelo.

Francesca Bastianelli