Lavori alla discarica. Protesta dei residenti

0
28

A piccoli passi la discarica di Colle Fagiolara ha raggiunto le case di via Palianese. Ora i primi rifiuti distano circa 200 metri dalla strada e l’effetto oltre che alla vista nuoce pure alla salute. L'odore nauseabondo era stato avvertito più di un mese fa anche dalle classi dell'istituto Ipia dall'altra parte della strada. In quell'occasione furono cinque i ragazzi che accusarono malori (senso di nausea e vomito). Il sindaco rimandò così i lavori in programma a fine anno scolastico. Entro dicembre bisognerà mettere in sicurezza e bonificare una parte di Colle Fagiolara. Si tratta in termini tecnici di un intervento di "profilazione". «Nessun ampliamento – assicura la neo assessora all'Ambiente del Comune Cinzia Sandroni. Si tratta di lavori di bonifica e messa in sicurezza che riprenderanno solo dopo l'estate».

L'intervento prevede necessariamente il movimento di rifiuti da cui si sprigionerebbe gas dannoso per la salute. I residenti non sono tranquilli e si dicono pronti a occupare il Comune in caso dell'arrivo delle ruspe. «Non ci sarà una prossima volta in cui non abbiamo potuto mangiare e dormine per i cattivi odori – si legge in una lettera inviata da Ina Camilli, del Comitato residenti Colleferro, al responsabile dell'ufficio Ambiente. La prossima volta che ci sarà, la porta del Comune deve restare aperta – aggiunge Camilli –  soprattutto di notte,  per darci assistenza e consentirci di trascorrere la notte in un luogo uguale a quello dove vive lei e tutti gli altri cittadini di Colleferro». Sulla questione il comitato dei residenti aveva pure convocato una riunione insieme al vice direttore di Gaia Marino Galluppo senza però ricevere rassicurazioni in merito. «Ci hanno detto che l'intervento durerà diversi anni a fasi alterne – continua Camilli. Non ci opponiamo al progetto ma alla metodologia utilizzata. Questi lavori ci rendono la vita impossibile».  Un caso seguito con attenzione anche dal Consiglio comunale, dove sono tornate le polemiche sul nuovo piano rifiuti.

«La discarica resterà aperta ancora per diversi anni – commenta il capogruppo dell'Italia dei Valori Emanuele Girolami. Non ci sarà alcun miracolo dalla nuova Amministrazione Cacciotti. Colle Fagiolara conviene anzitutto alle casse comunali, poco importa alla maggioranza della salute delle persone. Saremo a fianco dei residenti per tutelarli da qualsiasi torto – aggiunge Girolami. Chiediamo chiarezza sul futuro dell’area. Sul nuovo impianto Tmb previsto è calato il silenzio e questo ci preoccupa». 

 Carmine Seta