Furioso, aggredisce parenti della fidanzata: arrestato

0
18

Si era recato la scorsa notte a casa della fidanzata, a Monteverde, per convincerla ad andare a vivere con lui ma di fronte alle incertezze di lei e all’intromissione della madre e della sorella ha perso la testa, finendo per malmenare entrambe. L’uomo, un 32enne romano, è finito così in manette con l’accusa di violazione di domicilio, danneggiamento, minacce e lesioni.

Il 32enne, innamorato pazzo della ragazza, era giunto presso l'abitazione della sua fidanzata, una ragazza romana di 21 anni che risiede con la sua famiglia in via Belluzzo, al quartiere Monteverde, per cercare di convincerla ad andare a vivere con lui. Ma, in difesa della giovane, incerta riguardo questo importante passo, erano intervenute la madre e la sorella, rispettivamente di 57 e 29 anni. Il loro intervento aveva però letteralmente fatto infuriare il 32enne che, uscito dall'abitazione, aveva cominciato a distruggere l'auto della madre della sua ragazza con una catena munita di lucchetto. Poi, raggiunto in strada dalle 3 donne nel tentativo di bloccarlo, l'uomo aveva sferrato un pugno in faccia contro la sorella della sua fidanzata e un violento spintone contro la madre. Provvidenziale è stato l’intervento dei carabinieri della stazione Roma Monteverde Nuovo, chiamati dalla giovane fidanzata, che sono riusciti a calmare il furibondo, ammanettandolo.

La sorella di 29 anni è stata dimessa dai medici dell'Ospedale San Camillo con una prognosi di 30 giorni per trauma cranico e infrazione ossa nasali, mentre la madre con una distorsione del polso se la caverà in tre giorni. Il 32enne è stato accompagnato in caserma dove rimarrà in attesa del rito direttissimo.