Lo skate park più grande d’Europa

0
20

Presto skaters e appassionati di Bmx avranno un nuovo spazio nella Capitale: è stata posata da Marco Corsini, Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, e da Pasquale  Calzetta, Presidente del Municipio Roma XII, la prima pietra di quello che sarà, per estensione complessiva, lo Skate Park pubblico più grande d’Europa, all’interno del parco Eros Gorizia in via Corrado Govoni. 20.000 metri quadrati di terreno destinati ad accogliere le caratteristiche rampe a sezione semicircolare per le evoluzioni acrobatiche su rotelle e due ruote. Accanto alle strutture mobili correranno percorsi pedonali per il passeggio e per la sosta degli spettatori. All’estremità opposta del palcoscenico riservato alle esibizioni degli atleti, una parete in calcestruzzo sarà lo schermo su cui proiettarle le immagini delle gare in corso, ma anche lo spazio a disposizione dei writers, in una concezione che coniuga arte e sport da strada. Piante e alberi formeranno una naturale barriera antirumore.

Due piccoli fabbricati ospiteranno bagni pubblici, un magazzino per la manutenzione delle attrezzature sportive, una reception e un ambiente per il soccorso medico. Prevista, in una seconda fase, anche la realizzazione di un punto ristoro. L’intera area dello Skate Park sarà delimitata da una recinzione e illuminata da un sistema di impianti fotovoltaici. Il progetto dello Skate Park rientra nell’ambito di una più ampia operazione di riqualificazione del Laurentino 38 – oggi Fonte Ostiense – che, nato negli anni ’70 come piano di edilizia popolare, dopo aver vissuto situazioni di difficoltà sociale, è negli ultimi anni oggetto di una serie di interventi di valorizzazione, come ricorda Pasquale Calzetta: «Con quest'opera un nuovo tassello si aggiunge al quadro degli interventi di riqualificazione promossi in questo quartiere,  per il quale si sta disegnando una nuova immagine in cui il fattore culturale assume ruolo fondamentale quale strumento di contrasto a eventuali situazioni di disagio».