Cittadini di Fiumicino sotto la Regione contro la discarica

0
22

Stavolta sono andati sotto la sede della Regione Lazio per protestare contro la decisione della Presidente Renata Polverini di costruire una discarica nel loro territorio e per sostenere la raccolta differenziata porta a porta.

Per rendere più forte la protesta hanno lasciato una catasta di sacchi per la spazzatura pieni di carta e due manifesti politici a sostegno del piano rifiuti regionale.

«Sino a oggi ci hanno raccontato tante bugie – dicono i manifestanti in un volantino – sostengono che verrà realizzato un centro modello, all'avanguardia, come quello del Comune di Peccioli, in Toscana. Siamo andati di persona a vedere Peccioli e lì abbiamo trovato una discarica come quella di Malagrotta e la popolazione esasperata. Ci hanno detto che non costruiranno un inceneritore ma un impianto di ultimissima generazione chiamato 'dissociatore molecolarè. Lo possono chiamare in tanti modi: termovalorizzatore, valorizzatore di energia, gassificatore, dissociatore molecolare: è solo un imbroglio di parole, sono tutti impianti che bruciano i rifiuti, sono tutti inceneritori che ci avvelenano».