Sale giochi con baby sitter: 38 denunce

0
22

Lasciare i figli al personale della sala bingo per potersi dedicare in libertà al gioco. Questo è soltanto una delle scoperte fatte dalle indagini degli agenti della Polizia Amministrativa della Questura di Roma, guidati da Edoardo Calabria, dopo aver ricevuto vari esposti fatti dai familiari di persone dedite al gioco. Il particolare “servizio baby sittering” prevedeva addirittura dei dipendenti predisposti all’intrattenimento degli stessi.

Il bilancio delle indagini è di 33 agenzie, 11 sale bingo e 47 sale giochi controllate che hanno portato a 38 persone denunciate all’Autorità giudiziaria per varie irregolarità e circa 160.000 euro di sanzioni comminate. In particolare il dato significativo che emerge vede 25 dei 33 titolari delle agenzie di raccolta scommesse controllate segnalate all'Autorità Giudiziaria per abusivismo dell'attività svolta.