Strisce blu, la rivolta dei residenti

0
98

A meno di tre giorni dall’istituzione delle strisce blu, a Monterotondo la raccolta firme contro la disposizione del Comune è già arrivata a quota trecento. «E siamo decisi a continuare», hanno ribadito dal comitato civico “Un’altra Monterotonfo è possibile”. «Dopo essere riusciti a fare fallire il piano di attivazione delle strisce blu nel 2008 – hanno detto dal comitato – l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Alessandri torna a riattivare i parcheggi a pagamento senza permessi ai residenti, pagheremo tutti di più persino chi ha le strisce blu vicino casa. Con il nuovo piano – hanno continuato –  gli stalli a pagamento tornano a essere 272, nel nuovo piano non è previsto alcun permesso per la sosta gratuita dei cittadini residenti nelle zone interessate, l’Amministrazione comunale, al momento della discussione del nuovo Pup ( piano urbano parcheggi) aveva garantito di rivedere, oltre che la reintroduzione delle strisce blu, anche l’intero sistema del trasporto pubblico a Monterotondo – hanno aggiunto. Tutto questo non è stato fatto, anche questa volta, quindi, protesteremo a fianco dei cittadini».

Altre associazioni sono scese a fianco del comitato civico per dare battaglia. L’Amministrazione guidata dal sindaco Mauro Alessandri ha ufficializzato l’avvio del piano. Le strisce blu saranno attive nove ore al giorno, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 19. La domenica e gli altri giorni festivi non sarà richiesto alcun pagamento. La sosta minima da pagare, corrispondente a 24 minuti, sarà di venti centesimi (€ 0,20); il costo orario è stato invece fissato a cinquanta centesimi (€ 0,50). «Rispetto al piano parcheggi del 2007 – ha affermato l’assessore alla Viabilità Vincenzo Donnarumma  – abbiamo pressoché dimezzato gli stalli a pagamento, passati da 471 agli attuali 272. Non solo: le strisce blu resteranno attive nove ore al giorno contro le 12 della prima stesura. Attraverso l’attivazione degli stalli a pagamento blu – ha continuato l’assessore – puntiamo a scoraggiare l’uso degli automezzi privati e ad incidere in maniera significativa sui livelli d’inquinamento e sui tempi di percorrenza, cresciuti enormemente, come i veicoli in circolazione, soprattutto nelle ore di punta. Le strisce blu sono parte di un piano complessivo di mobilità sostenibile che stiamo gradualmente introducendo e che ha altri importanti punti di forza». 

 Adriana Aniballi

È SUCCESSO OGGI...

general motors

Accorpamento Aci-Pra, scatta lo sciopero dei lavoratori

Se da Roma non se ne vanno come Sky e il Tg5, chiudono come Alamviva e oggi Aci Informatica buttando nella emarginazione assistita centinaia di dipendenti o creando gravi difficoltà ai lavoratori.  Oggi i 500 lavoratori di ACI...

Moschee abususive in box: tensione al Municipio V

Box auto trasformati in moschee abusive, con tanto di insegne all'esterno e affissioni con gli orari di preghiera, tra scale spostate nell'area di manovra dei veicoli, tramezzi eliminati, muri sfondati per unire piu' locali,...
Controlli dei Carabinieri

Blitz antidroga, 25 pusher finiscono in manette a Roma

Proseguono senza sosta i blitz antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma in particolare nelle zone maggiormente frequentate durante la movida del fine settimana, dal centro storico alle periferie. Ben 25 pusher sono finiti...
Corea del Nord Trump

Il presidente Trump a Roma: pronto il piano di massima sicurezza

Il Questore di Roma, Guido Marino ha illustrato nel corso del tavolo tecnico, in ogni minimo dettaglio, l’articolato piano operativo messo a punto, con un’ ordinanza di 70 pagine, che vede l’impiego di centinaia a di...

Curava carie e metteva impianti: scoperta falsa dentista ad Anzio

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza Roma, nel corso di un'attivita' di verifica fiscale, svolta nei confronti di uno studio odontoiatrico a Lavinio, nel Comune di Anzio (Rm), hanno scoperto un...