Rischio esplosione a Fregene

0
24

Fiamme altissime, puzza di gas e pericolo di un’esplosione che avrebbe potuto devastare tutto nel raggio di 50 metri. Si è rischiato grosso martedì notte a Fregene quando da un enorme bombolone contenente oltre mille litri di gas hanno cominciato a sprigionarsi le fiamme. La bombola, posta nel giardino di un villino di Capo d’Orlando, a ridosso della lecceta, per cause non precisate, ha iniziato a sibilare e poi ecco scaturire, altissime, le fiamme.

Nel frattempo, dalle abitazioni vicine si sono riversate in strade le dieci famiglie, terrorizzate ed in cerca di una via di scampo. Sul posto, immediatamente allertati, i carabinieri e la polizia dalle vicine stazioni di viale della Pineta. Dopo una mezz’ora, da via Celli, a Ostia, anche i vigili del fuoco, quindici pompieri a bordo di due carri antincendio e due autobotti. Qualche minuto dopo la prima preoccupante fuoriuscita di gas, si è verificata una sorta di esplosione che ha mandato la proprietaria della villetta a sbattere con violenza contro il muro. La donna, per l’urto, ha riportato la frattura della spalla. I pompieri hanno intanto provveduto a raffreddare l’impianto che, se fosse esploso, avrebbe provocato una tragedia, distruggendo tutto interno le case e la vegetazione.

Questa mattina è tornato un nucleo speciale dei vigili del fuoco per bonificare il terreno e metterlo in sicurezza da eventuali ulteriori fuoriuscite di gas. È stata aperta un’inchiesta.

Maria Grazia Stella