Ufficio postale: porta chiusa da tre mesi

0
30

L’ufficio postale di Acilia è chiuso da marzo e i disagi per la cittadinanza si moltiplicano giorno dopo giorno. I locali di Poste Italiane di piazza San Leonardo Da Porto Maurizio sono stati sottoposti ad un intervento di manutenzione straordinaria partito quattro mesi fa e da allora i residenti del quartiere, e non solo, sono costretti a rivolgersi agli altri uffici del Tredicesimo. Un cantiere che sta creando particolari problemi soprattutto ai tanti anziani della zona, molti dei quali impossibilitati ad arrivare fino alle poste di via Bocchi o di Giardini di Roma per ritirare le proprie pensioni. La struttura centrale di Acilia inoltre era utilizzata anche dai residenti dei quartieri limitrofi, come Casal Bernocchi, Centro Giano e Monti di San Paolo, ora obbligati a congestionare gli uffici aperti. A chiedere una rapida riapertura del plesso, è un ordine del giorno del Partito Democratico del Municipio XIII.

«La posta di Acilia centro va riaperta il prima possibile – spiega Marco Belmonte, primo firmatario della risoluzione – Il nostro ordine del giorno è stato sottoscritto anche dal Gruppo Misto, Tonino Ricci. Mi auguro venga sostenuto anche dalla maggioranza che amministra il municipio. Vista l’importanza dell'argomento mi auguro già giovedì 28 giugno si possa discuterne in consiglio». «La previsione del fine lavori di ristrutturazione a quanto pare doveva essere entro maggio 2011. – si legge nel documento targato Pd – Sia la direzione dell’ufficio postale Acilia 1, sia la filiale di Roma Sud di Spinaceto e sia la Posta Centrale di viale Europa, nonostante la richiesta di informazioni sulla data di riapertura degli sportelli, non sono state in grado di dare risposte e date certe. L’ufficio, anche se a prima vista sembra essere ultimato e fruibile, ad oggi è ancora chiuso e non c’è alcuna previsione sulla data di riapertura e data la vicinanza delle ferie estive, c’è il rischio che la riapertura slitti a settembre. Con l’aumento delle temperature le persone anziane sono quelle che maggiormente subiranno i disagi dovuti allo spostamento per il ritiro della pensione, con il rischio concreto che questa situazione permanga non solo a luglio, ma anche ad agosto». «I disagi per il quartiere sono notevoli – sottolinea Ezio Pietrosanti del comitato Acilia CentroSud – e i cittadini stessi ci hanno chiesto di sollecitare la riapertura dell’ufficio. Sono tanti gli anziani soli che non possono proprio arrivare fino alle altre strutture di Poste Italiane. Speriamo in una soluzione a breve termine». 

 Valeria Costantini