Protesta inquilini enasarco: scontri con forze dell\’ordine

0
19

Questa mattina si è svolto un sit-in di protesta a Porta Pia, davanti al ministero delle Infrastrutture, per chiedere la sanatoria degli inquilini senza titolo delle case degli enti previdenziali. Presenti sul posto, oltre ai Comitati degli Inquilini, anche i sindacati di base Usb, i Comitati di lotta per la casa e Roma bene comune.

«Abbiamo deciso di formare una catena umana per raggiungere il Ministero dell'Economia e il Ministero del Lavoro che insieme a quello delle Infrastrutture debbono prendere una decisione per la sanatoria – ha spiegato Massimo Mucchetti dei Comitati di lotta per la casa – stiamo chiedendo un incontro col Ministro Sacconi per presentare le nostre richieste».

Nonostante la catena umana fosse autorizzata dalla questura, l’Usb ha denunciato in una nota che «Diverse centinaia di inquilini delle case Enasarco e di altre fondazioni che protestavano contro gli sfratti nelle case degli enti, a seguito delle cartolarizzazioni e contro l'aumento abnorme degli affitti dal 600 al 1000%, sono stati oggetto di violente cariche da parte delle forze dell'ordine che hanno cercato di impedire che gli stessi formassero una catena umana che collegasse i tre Ministeri interessati: Lavori Pubblici, Economia e Infrastrutture». L'Usb ha quindi deplorato «la mancanza di attenzione al dramma delle migliaia di famiglie che vivono nel terrore degli sfratti e di aumenti insostenibili degli affitti. Indifferenza da parte del Governo e dei Ministri interessati, che hanno disertato lo scorso 13 giugno il Tavolo istituzionale per l'esame di queste problematiche senza averne fissato alcuna altra convocazione».