Capigruppo insensibili ai problemi dei cittadini

0
18

Meglio soli che male accompagnati? Non sempre, almeno a giudicare dallo sfogo avuto dal consigliere comunale rutulo Gino Marcoccia, capogruppo della lista civica “Eufemi”, che lunedì mattina si è ritrovato, per l’ennesima volta, unico partecipante alla riunione dei capigruppo. Oltre a lui era presente solo Policarpo Volante, in qualità di presidente del Consiglio comunale, che ha convocato la riunione. «Ancora una volta – ha commentato amareggiato Marcoccia – i capigruppo, sia di maggioranza che di opposizione, restano insensibili ai problemi dei cittadini. Il disinteresse mostrato dai miei colleghi mi stupisce e maggiormente mi stupisce l’assenza dei capigruppo di minoranza, che in questo modo dimostrano che di “opposizione” è rimasto loro soltanto il nome. Disertando la riunione dimostrano che il sindaco ha una maggioranza piena, che può contare su tutti e venti i consiglieri».

Alla protesta del consigliere Marcoccia si associa Policarpo Volante. «Non capisco l’assenza dei capigruppo, qui siamo rimasti soltanto io e Marcoccia a cercare di risolvere i problemi dei cittadini. La riunione era stata concordata con tutti e tutti erano stati invitati. Se questo è il loro modo di lavorare, per il bene dei cittadini è meglio che si dimettano, anzi dimettiamoci tutti e mandiamo a casa il sindaco almeno finisce questo sistema». Parole dure, quelle di Volante e Marcoccia, che dopo due ore di attesa hanno comunque messo all’ordine del giorno alcuni punti, anche se, come spesso è accaduto negli ultimi Consigli comunali, il presidente del Consiglio sarà poi costretto ancora una volta a ritirarli tra il disappunto dei cittadini presenti.

Maria Corrao