Quattro conferme e una new entry

0
37

Si è tenuto sabato mattina il primo Consiglio comunale di Ariccia. Da una parte c’è stato un gruppo di manifestanti che hanno contestato la seduta. E dall’altra, tanti calorosi applausi rivolti al riconfermato sindaco di centrosinistra Emilio Cianfanelli, salito in poltrona grazie a trentadue voti in più rispetto allo sfidante del Terzo Polo, apparentato col Pdl, Roberto Di Felice. Cianfanelli ha presentato la sua squadra composta da volti noti del panorama politico ariccino, ma anche da qualche novità. Quattro gli assessori riconfermati e una nuova entrata, appunto, rappresentata dal giovane trentenne dell’Idv Matteo Martizzi al quale sono affidate la Cultura, la Scuola e le Politiche Giovanili. Martizzi è il primo assessore dell’Italia dei Valori dei Castelli Romani. Per Cora Fontana Arnaldi (Alleanza per Ariccia) la carica di vicesindaco con delega ai Lavori Pubblici, Sport e palazzo Chigi. Al Bilancio Angelo Tomasi del Pd, mentre all’Urbanistica, Ambiente e informatizzazione l’esponente di “Ariccia a Sinistra” Fabrizio Profico.

Il primo cittadino mantiene le Politiche sociali, il Commercio, i Trasporti e le Attività produttive. La presidenza del Consiglio è stata affidata all’esponente del Pd Luisa Sallustio. A margine del Consiglio il primo cittadino ariccino ha ricordato gli obiettivi primari da conseguire nella nuova legislatura: «E’ essenziale continuare la nostra opera di difesa del territorio – ha detto Cianfanelli – e di tutela dell’ambiente mettendolo a riparo da qualsiasi minaccia di speculazione edilizia. E’ importante a riguardo, sviluppare concretamente il progetto “Ariccia Città dei Parchi”, mettendo a sistema le aree verdi e confezionando, al contempo, un pacchetto turistico unico per creare nuovi posti di lavori soprattutto per i giovani». Il primo cittadino, si è poi soffermato sull’importanza di realizzare il piano di edilizia scolastica che prevede tre nuovi plessi ad Ariccia alta, Fontana di Papa e Vallericcia Nocchienti. Le nuove scuole si potranno realizzare mediante il ricavato della vendita dei plessi attuali. In ultimo attenzione è stata rivolta al prossimo recupero dell’area industriale di Cancelliera e al completamento delle opere di risanamento portate avanti in questi ultimi anni. 

 Maria Chiara Shanti Rai