Giunta fatta a Colleferro, ma che fatica

0
17

Una conferenza stampa rinviata e un Consiglio iniziato con notevole ritardo. Il tutto perché la nuova Amministrazione comunale non si era ancora accordata sull'assegnazione degli assessorati. Solo mercoledì mattina il sindaco era convinto di aver trovato l'accordo tanto da annunciare una conferenza stampa per ieri a mezzogiorno. E invece nella prima mattinata è arrivato l'annullamento dell'incontro.

Le trattative sono andate avanti ininterrottamente fino al tardo pomeriggio di ieri in concomitanza con la convocazione del primo Consiglio comunale. Alle 18 finalmente la notizia. Gli assessori del Cacciotti bis sono cinque. Due le conferme, Giorgio Salvitti, in qualità di vicesindaco con delega all'Urbanistica e Cinzia Sandroni all'Ambiente, alle Politiche sociali e al Piano di zona. Le new entry sono Fabio Colaiacomo per il Pdl, Giorgio Vitiello per l'Udc e Vincenzo Necci per Azione Popolare, quest'ultimo da esterno perché non eletto.  Alle 18,30 di ieri non era ancora chiara la composizione delle deleghe. Solo alle 19 si è dato via al Consiglio. Un assise "di fuoco" secondo i partecipanti per la battaglia di numeri tra Antonio Rossi, ex assessore, e Leone Del Ferraro, in corsa entrambi per la presidenza del Consiglio.