Turbogas, presentato il ricorso

0
19

Trecentocinqua firme di cittadini più la partecipazione del Comune di Artena che proprio ieri ha ufficializzato il “ricorso ad adiuvandum” in una delibera. Entro la prossima settimana dovrebbero aggiungersi, come promesso, anche i Comuni di Cave, Palestrina, Gallicano nel Lazio e Carpineto Romano. Niente da fare invece per Colleferro, forse troppo presa dalle ultime elezioni, che ora si dovrà difendere. Opposta la scelta del Comune di Artena, dove insiste una parte dell’impianto, che con due provvedimenti amministrativi ha dichiarato di fatto guerra alla società costruttrice. « Il nostro Comune – spiega Dino Talone, consigliere che sta seguendo sin dai primi giorni questa vicenda – aveva espresso già in precedenza il proprio dissenso alla realizzazione di tale progetto con una delibera di Consiglio Comunale dell’ottobre 2010 e con una manifestazione popolare tenutasi lungo le strade della nostra cittadina il 6 novembre scorso e che ha visto la partecipazione di associazioni ambientaliste, esponenti politici e gente comune.

Se, si vuole, vincere il ricorso – aggiunge Talone – è necessario che, ci sia, non solo la mobilitazione della componente politica, ma anche il risveglio della coscienza popolare. Ribadisco che tale iniziativa è stata fortemente voluta dal sindaco Mario Petrichella che in prima persona si sta impegnando affinché non venga portato a termine tale progetto che comporterebbe solo gravi problemi alla salute pubblica. E’ stato proprio il sindaco – ha aggiunto Talone – che mi ha incaricato, in seguito alla manifestazione pubblica, di trovare uno studio legale al quale rivolgerci per risolvere la situazione ed è per questo che ho contattato lo stesso avvocato che ha vinto il ricorso al Tar contro l’inceneritore di Albano, il quale ci ha consigliato l’iter legale da seguire».

Il resto dell'articolo sul giornale.