Il compagno la lancia dalla finestra, è grave

0
23

Tentato omicidio. Questa l'accusa con cui l'altra notte è stato arrestato un 40enne ucraino residente a Pomezia, in via Anchise, strada attigua alla via del Mare. Proprio in casa si è consumata la tragedia: a fare le spese del raptus dell'uomo è stata la sua compagna, connazionale, due anni più grande di lui, che ora lotta per la vita, in prognosi riservata all'ospedale San Camillo di Roma. Numerosi traumi sul corpo più un violento trauma cranico destano la preoccupazione dei sanitari, anche se la donna si trovava, almeno ieri, in stato di semicoscienza.

Ha fatto un volo di 5 metri, piombando a terra dalla finestra della camera da letto, spinta dal suo ragazzo al termine di una lite sempre più accesa, che ha fatto svegliare gran parte del vicinato. Sono stati proprio alcuni residenti della palazzina ad allertare i carabinieri e a confermare l'accusa di colpevolezza nei confronti del compagno che la donna, in stato di semicoscienza, è riuscita a fornire alle forze dell'ordine e al personale del 118 intervenuto sul posto, che l'ha trasportata in un primo momento alla clinica Sant'Anna. Forse l’alcol alla base dell’insano gesto.