Spari di pistola contro agenzia di scommesse

0
80

Sparatoria in strada in piena notte ha creato il panico nel quartiere Tuscolano. Cinque colpi d'arma da fuoco sono stati sparati contro l'agenzia di scommesse che si trova al civico 586 di via Tuscolana, verso l'una e trenta della notte scorsa.

Un cliente, un ragazzo di 28 anni, che si trovava sulla porta d'ingresso ha riportato escoriazioni alle braccia e alle gambe, probabilmente dovute al rimbalzo dei frammenti dei proiettili ed è rimasto lievemente ferito. I colpi, sparati da un uomo che indossava un casco integrale a bordo di una moto, hanno danneggiato anche la vetrina dell'agenzia. Sul caso indagano i carabinieri del nucleo operativo della compagnia piazza Dante.

È SUCCESSO OGGI...

Movida e sicurezza, sanzionati 42 buttafuori a Roma

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno avviato un monitoraggio delle persone addette ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi,...
Sergio Pirozzi

Sergio Pirozzi ringrazia la Meloni ma critica le divisioni nel centro destra

Eccolo il Pirozzi Sergio sindaco di Amatrice e del ‘fare’ che si presenta ad Atreju, la festa dei giovani della Meloni. E qui, dice «vi mando un messaggio: io sto qui da sindaco di...

Roma, truffava clienti con false polizze assicurative

Ex consulente finanziario truffava i clienti stipulando false polizze assicurative e intascando i soldi. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il sequestro di beni immobili, per un...

Il vento sta cambiando e spinge alla deriva i 5stelle

Parafrasando il video ormai virale dove si vede la Raggi che in campagna elettorale dichiarava giuliva “il vento sta cambiando” mentre Roma affoga sotto un recente normalissimo acquazzone,il vento sta cambiando questa volta per...

Le promesse (mancate) dei Grillini paralizzano la Salaria

Roma, 22 settembre, la mobilità è insolitamente paralizzata nl quadrante nord della città e non se capisce il motivo. La Via Salaria, solitamente congestionata, ha raggiunto livelli di paralisi totale. Ma stavolta non è semplice...