Accoltella la moglie, la crede morta e s\’impicca

0
22

Una tragedia famigliare maturata dopo 20 anni dalla morte del proprio figlio avvenuta per incidente. Da quel giorno la coppia di coniugi, entrambi 82enni, non si era mai più ripresa. I medici avevano attestato un stato di depressione avanzata da trauma. Tutti lo sapevano in paese ma nessuno pensava a un simile epilogo. Il dramma si è consumato al civico 77 della via Empolitana a Pisoniano. E' questo l'indirizzo dato dalla badante ai carabinieri, la prima a entrare intorno alle ore 7 nell'abitazione disposta su tre livelli.

Al piano superiore il macabro ritrovamento. L'uomo giaceva appeso a una corda nella tromba delle scale. Lei distesa al pavimento in un lago di sangue. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il marito, in preda a un raptus, avrebbe inferto alla coniuge una serie di coltellate al collo e alla testa. Poi, credendola morta, si è diretto al piano superiore. Qui ha attaccato una corda al passamano e dopo averla stretta al collo, si è lasciato andare nella tromba delle scale.  I soccorritori hanno attestato la morte per soffocamento. Salva invece la donna che è stata immediatamente soccorsa e ricoverata presso l'ospedale Gemelli di Roma dove resterà ancora per 60 giorni a causa delle ferite riportate.