Viale Carnaro: asfalto da rifare

0
22

Sembra che la cattiva stagione abbia lasciato i suoi segni. Almeno se si percorre in moto viale Carnaro. Una strada molto trafficata, un passaggio obbligato per tanti residenti di Montesacro e dintorni per arrivare alla centrale piazza Sempione e raggiungere la via Nomentana. Un lungo solco, quasi ininterrotto, segna il passaggio degli autobus, come se qualche conduttura sotterranea di acqua o luce, sia ceduta sotto il peso del traffico cittadino e il passaggio di mezzi pesanti.

In troppi punti il manto stradale è diventato una “ragnatela”, con crepe e pezzi d'asfalto che si staccano, lasciando buche pericolosissime, soprattutto per i conducenti dei mezzi a due ruote. «Pezzi interi di strada sono in condizioni pietose ci racconta un commerciante eppure non è passato tanto tempo da quando la strada fu completamente rifatta. Servirebbe più controllo da parte di chi paga i lavori».  «Ogni tanto qualche tratto della strada viene recitato, proprio per la sua pericolosità, con interventi tampone, che non risolvono molto», ci racconta Pietro e come segnalò nei mesi scorsi Cinque Giorni, per la rottura delle condutture della fogna.

Ancora oggi intorno ad alcuni tombini lo strato di asfalto è ridotto a poco brecciolino, ed al passaggio di ogni auto emette un rumore sordo, come se stesse per sollevarsi il coperchio di ghisa. Una condizione che non garantisce la sicurezza di chi percorre la strada, che ogni giorno si augura che il Comune provveda a rifarla. 

Lorenzo Rossi