Fontana delle Naiadi tricolore: nuovo blitz di Cecchini

0
19

Nuovo blitz a Roma del futurista Graziano Cecchini che nel 2007 aveva colorato di rosso l’acqua della fontana di Trevi. Questa mattina l’attivista ha versato nella vasca delle Naiadi, in piazza della Repubblica, una sostanza che ha colorato l'acqua di rosso, bianco e verde per protestare contro "il degrado in cui versano i monumenti e le strade della Capitale, lasciati nell'incuria, e i tagli alla cultura". Accanto alla fontana Cecchini ha collocato una croce rossa con la scritta "Sos", dei broccoli e una statua di donna, un nudo, con i rubinetti al posto dei seni.

L’artista 57enne ha spiegato di aver colorato la fontana, con quei tre colori, di un rosa sporco, "falso come chi ci governa", di aver messo dei "broccoli perché il sovrintendente comunale Umberto Broccoli dovrebbe chiedere scusa per lo stato di incuria in cui versa il monumento. Il mezzobusto con i rubinetti perché solo l'arte e l'acqua potranno salvarci".

Secca la replica del sovrintendente ai beni culturali del comune di Roma, Umberto Broccoli: ”Sarebbe opportuno che chi ama questo tipo di arte paghi anche i danni delle sue esternazioni. Sto valutando la possibilità di chiedere appunto i danni facendo costituire parte civile Roma Capitale”.

Dopo il blitz Graziano Cecchini è stato bloccato da alcuni agenti del commissariato e portato negli uffici della Questura di Roma.