San Vito, ancora nel fango a un mese dall\’alluvione

0
20

Era il 17 marzo scorso quando in seguito a una pioggia torrenziale durata oltre 48 ore si verificò un cedimento idrogeologico sulla via Enpolitana e sulla Bellegra-San Vito causando seri danni alla viabilità e al piccolo centro abitato. «Da allora, solo interventi di emergenza e ripristino della viabilità provinciale. La situazione resta proprio come un mese fa».

A denunciarlo il sindaco di San Vito Romano Amedeo Rossi che ha sollecitato ieri la Regione ad accelerare i tempi per la messa in sicurezza dei luoghi colpiti dall'alluvione. «Temiamo l'arrivo di nuove piogge e allora sì che la situazione diverrebbe davvero insostenibile per noi – dice il sindaco. Continuiamo a portare avanti gli interventi di emergenza per mettere quanto meno in sicurezza tutti i cittadini ma i disagi sono rilevanti e c'è la paura di nuove piogge. Ringrazio la Provincia di Roma per quanto fatto ma ora serve un intervento più strutturale – ha aggiunto Rossi. Abbiamo sollecitato la Regione a intervenire presto ma si attende il via libera da parte del Consiglio dei Ministri per l'emanazione del decreto di stato di calamità naturale».

L'articolo completo nel giornale di oggi