San Vito, ancora nel fango a un mese dall\’alluvione

0
52

Era il 17 marzo scorso quando in seguito a una pioggia torrenziale durata oltre 48 ore si verificò un cedimento idrogeologico sulla via Enpolitana e sulla Bellegra-San Vito causando seri danni alla viabilità e al piccolo centro abitato. «Da allora, solo interventi di emergenza e ripristino della viabilità provinciale. La situazione resta proprio come un mese fa».

A denunciarlo il sindaco di San Vito Romano Amedeo Rossi che ha sollecitato ieri la Regione ad accelerare i tempi per la messa in sicurezza dei luoghi colpiti dall'alluvione. «Temiamo l'arrivo di nuove piogge e allora sì che la situazione diverrebbe davvero insostenibile per noi – dice il sindaco. Continuiamo a portare avanti gli interventi di emergenza per mettere quanto meno in sicurezza tutti i cittadini ma i disagi sono rilevanti e c'è la paura di nuove piogge. Ringrazio la Provincia di Roma per quanto fatto ma ora serve un intervento più strutturale – ha aggiunto Rossi. Abbiamo sollecitato la Regione a intervenire presto ma si attende il via libera da parte del Consiglio dei Ministri per l'emanazione del decreto di stato di calamità naturale».

L'articolo completo nel giornale di oggi

È SUCCESSO OGGI...

Oltre 4 chilometri di coda in autostrada vicino Roma per incendio: chiuso un tratto

Sull'autostrada A1 Milano-Napoli, intorno alle ore 14.30, si è resa necessaria la chiusura del tratto compreso tra Ponzano Romano e l'allacciamento con la diramazione Roma Nord in entrambe le direzioni, a causa di un...

Mezzo investe due pedoni. Una terza persona ferita nell’incidente

Investimento questa mattina in via di Tor de Schiavi. Due pedoni sono stati investiti da un mezzo poco dopo le nove, ma c'è anche un terzo ferito nella dinamica dell'incidente, che resta ancora tutta...

Incidente a Roma, pedoni investiti: 3 feriti

Brutto incidente questa mattina in via di Tor de Schiavi. Due pedoni sono stati investiti da un mezzo poco dopo le nove, ma c’è anche un terzo ferito nella dinamica dell’incidente, che resta ancora tutta...

Senza coppola e lupara, Carminati e Buzzi condannati per corruzione

«Può bastare Carminati per certificare che la Capitale d'Italia è la nuova Corleone?» scriveva tempo fa sul Foglio di Cerasa/Ferrara il noto conduttore della rassegna stampa di Radio Radicale, Massimo Bordin. Evidentemente alla X...

Morto tra Zagarolo e San Cesareo, preso il presunto responsabile

Denunciato per "omicidio stradale" e "fuga". Agenzie e giornali riportano oggi la notizia delle indagini concluse sulla morte del 47enne barista di Zagarolo a seguito di un incidente. Restano da chiarire le cause e le...