Guidonia, tremila richieste di sanatoria

0
36

Un incarico esterno per evadere le richieste di sanatoria del Comune di Guidonia. Circa tremila pratiche in due anni aperte da tempo e rimaste in sospeso. Richieste di condoni del 2003 ma risalenti anche al 1994 e al 1985. Un superlavoro per gli impiegati del Municipio, tanto che l’Amministrazione Rubeis ha deciso di investire 100mila euro e di affidare l’incarico al di fuori del Comune. 

E dal dirigente del settore urbanistica di Palazzo Matteotti  è arrivato il via libera con la determina con cui si avvia l’affidamento del lavoro attraverso la procedura del cottimo fiduciario. Saranno consultati almeno cinque operatori economici individuati sulla base di  indagini di mercato. Obiettivo: velocizzare lo smaltimento delle pratiche in questione, pena la prescrizione delle somme dovute, e il silenzio assenso sulle opere abusive.

Sempre in tema di urbanistica, scadràquesto mese, la questione degli immobili fantasma individuati sul territorio dalla agenzia delle entrate. In numeri, circa in duemila sono chiamati a mettersi in regola entro il 30 aprile con l’iscrizione nella banca dati catastale degli immobili non dichiarati. Un sistema per fare emergere il sommerso e la relativa evasione del pagamento dei tributi.

 


Adriana Aniballi