Cemento a Tor Bella, ambientalisti allarmati

0
15

Una pesante minaccia di cementificazione totale grava sul Municipio VIII di Roma, per effetto delle previsioni del piano regolatore del 2008, aggravate da ulteriori densificazioni e dal Master Plan di Torbellamonaca. Questa la denuncia del Wwf Borghesiana e del Wwf Lazio sull'arrivo di nuove ondate di cemento nelle periferie della Capitale: «Una ad una le aree verdi che oggi separano i quartieri, come ultimi preziosi cuscinetti di ossigeno, saranno occluse da una crosta di cemento, con il conseguente dissesto idrogeologico e il rischio d'una paralisi completa del quadrante orientale della città. Dal pratone di Torrespaccata, naturale successione del parco archeologico di Centocelle, ai prati di Torre Angela, dall'agro romano di Torbellamonaca ai cunei di verde di Grotte Celoni e Fontana Candida, che ci offrono la veduta dei Castelli Romani; dalle quiete alberate dei Due Leoni e la Borghesiana che respingono smog e decibel sulla via Casilina ai panorami di Rocca Cencia, che si aprono alla zona umida di Pantano Borghese e al parco archeologico di Gabi».

L'articolo completo nel giornale di oggi