Colleferro, Alstom, il Campidoglio offre lavoro

0
22

Dopo un anno di trattative e incontri rinviati, finalmente si è giunti alla convocazione di un tavolo istituzionale “al completo”. Al vertice di martedì sera al Ministero si sono trovati per la prima volta faccia a faccia l’assessore al Lavoro della Regione Mariella Zezza, l’assessore alle Politiche dei Trasporti del Campidoglio Antonello Aurigemma, il sindaco di Colleferro Mario Cacciotti e le organizzazioni sindacali tutte. Oggetto dell’incontro, la costituzione del nuovo polo manutentivo dei trasporti, società pubblica dove dovrebbe confluire anche la Alstom di Colleferro con i suoi 130 lavoratori. Ma il vero nodo è l’emergenza del momento che vede un aumento vertiginoso del numero dei cassintegrati (oggi 60). Il Campidoglio ha finalmente formalizzato un’offerta di nuove commesse per la manutenzione del materiale rotabile della Metro, e non solo, dando così seguito alle promesse per il coinvolgimento della società colleferrina. E’ previsto per domani il primo tavolo di trattative tra Comune di Roma e Alstom, a cui ha chiesto di partecipare anche Atac, e se tutto dovesse andare per il verso giusto ci sarebbe già da subito disponibilità di nuovo lavoro. Tutto dovrebbe concludersi entro il 15 aprile, si legge nel verbale dell’incontro. «Non tutti i lavoratori potranno essere coinvolti precisa il delegato sindacale della Cgil Paolo Gaviglia ma è sicuramente una proposta positiva quella offerta dal Campidoglio». Non rimane dunque che analizzare i numeri. Cantare vittoria è ancora troppo presto e le stesse organizzazioni sindacali ne sono consapevoli, anche perchè del Polo manutentivo non c’è ancora traccia. «I tempi si annunciano lunghi spiega ancora Gaviglia. Per questo è importante far risollevare da subito questo sito con l’offerta di nuovo lavoro». C’è tempo ancora un anno, data della scadenza della cassa integrazione straordinaria. Tutto può ancora succedere. 

 


Carmine Seta