Acquafredda: scongiurato lo sfratto dei contadini

0
24

È stato scongiurato lo sfratto di 10 famiglie di contadini dal parco Riserva naturale Tenuta dell’Acquafredda a Roma, di proprietà del Vaticano.

Lo ha comunicato in una nota il Presidente nazionale e Capogruppo in regione dei Verdi, Angelo Bonelli che è stato nel 1997 il proponente della legge istitutiva del Parco dell'Acquafredda. 

“Lo sfratto delle prima quattro (di dieci) famiglie di contadini del Parco dell'Acquafredda – ha spiegato Bonelli – grazie alla capillare e costante mobilitazione di cittadini, associazioni, comitati e partiti è stato scongiurato. I Verdi sono stati sempre a fianco dei contadini per bloccare l'azione di sfratto del Vaticano che metteva a rischio sia il lavoro e la casa per le famiglie dei contadini che da 4 generazioni vivono e lavorano nel Parco, un polmone verde di 250 ettari di agro romano, fondamentale per la nostra città”.

“E' stato raggiunto un accordo con il Vaticano – ha concluso Bonelli – che permetterà ai contadini di continuare a vivere e lavorare nel Parco dell'Acquafredda, l'accordo sarà formalizzato all'ufficiale giudiziario domani mattina alla Torre di via Acquafredda 88, divenuta ormai luogo simbolo della lotta dei contadini”. 

Fulvio Albanese, portavoce dei contadini, ha tenuto a precisare: “Naturalmente non finirà la mobilitazione e la sensibilizzazione nella città ci sono altre famiglie di contadini con lo sfratto incombente che potrebbero nei prossimi mesi perdere casa e lavoro. Vigileremo attentamente per difendere da qualsiasi attacco speculativo e di utilizzazione non agricola il Parco dell'Acquafredda polmone verde importantissimo per i quartieri Aurelio, Montespaccato e Primavalle”.