Raccolta rifiuti a rilento nei comuni del Gaia

0
28

 

La raccolta dei rifiuti è scesa ieri quasi al 50% e la situazione potrebbe aggravarsi se non dovesse arrivare nelle prossime ore una soluzione agli stipendi non pagati. L’emergenza Gaia comincia a creare diversi disagi nei comuni del comprensorio casilino. Da ieri lavoratori e sindacati del consorzio rifiuti hanno avviato un ciclo di assemblee presso i vari stabilimenti serviti dal consorzio che terminerà con uno sciopero generale previsto per il 12 e 13 aprile. Oggi l'iniziativa si ripeterà a Frascati e domani a Colleferro.

Giovedì toccherà invece agli amministrativi. La settimana si concluderà con un presidio permanente alla discarica di Colle Fagiolara con il blocco del turno di lavoro per due ore. La vera protesta inizierà però lunedì 11 aprile con l'avvio di una serie di sit-in simultanei presso le sedi dei principali Comuni debitori nei confronti del consorzio. Infine martedì e mercoledì sciopero generale.  Come l'estate scorsa i cassonetti dell'immondizia sono tornati a essere stracolmi di immondizia causando notevoli disagi alla cittadinanza. Chi l'ha presa proprio male sono soprattutto gli amministratori in regola con i pagamenti che chiedono l'intervento della Regione e del prefetto per cercare una soluzione nell'immediato.

Oltre al sindaco di Colleferro, di cui cinquegiorni.it ha riportato ieri le dichiarazioni, sul caso è intervenuto anche il vicepresidente del Consiglio regionale Bruno Astorre che si è detto vicino ai lavoratori e ai sindaci rispettosi del contratto di lavoro. «La situazione dei lavoratori del Gaia, costretti a lavorare senza stipendio e a minacciare scioperi per vedere rispettati i propri diritti, è critica e necessita urgentemente di una soluzione definitiva – ha detto Astorre. La Regione passi dalle parole ai fatti. Auspico che il presidente Renata Polverini e l’assessore Pietro Di Paolo diano seguito a quanto annunciato, intervenendo direttamente per il salvataggio del consorzio, anche attraverso l’acquisto da parte della Regione». Sulla crisi oggi alle 12, l’assessore regionale ai Rifiuti, Pietro Di Paolo ha convocato una riunione urgente con i sindacati per trovare una soluzione.