XI/ Scuola occupata, per colpa dei gatti

0
26

 

Hanno deciso di occupare la scuola per permettere ai loro figli di tornare a usufruire dello spazio verde della struttura. Oltre 100 tra mamme, papà e nonni si sono dati appuntamento ieri alle 16, in via Bobbio 3 davanti alla scuola materna e elementare frequentata da 161 ragazzi che da luglio scorso, col brutto tempo o col sole, passano la ricreazione in classe e non hanno più lo spazio dove fare ginnastica durante l'ora di educazione fisica.

I genitori chiedono alle istituzioni coinvolte di trovare una soluzione concordata e definitiva su una vicenda che se non avesse arrecato tanti problemi alle famiglie coinvolte si potrebbe definire come comica. Il giardino della scuola, infatti, da un anno è preso in ostaggio da una colonia felina di otto gatti che spadroneggia senza che nessuno riesca a spostarla. Fin da subito l'Asl Rm C aveva invitato il Comune a trasferire i felini in una delle 151 colonie presenti nel Municipio IX.

La richiesta fu accolta con una delibera dal Municipio, ma respinta dal dirigente del dipartimento tutela ambientale e del verde di Roma Capitale Marcello Visca secondo cui la presenza degli animali non costituiva un pericolo. Gli escrementi degli animali e i resti di cibo lasciati per giorni esposti al tempo hanno però indotto l'azienda sanitaria a prendere una decisione d'emergenza: chiudere l'area verde. A tutt'oggi i i bambini più piccoli che frequentano la materna non possono usare uno spazio attrezzato per loro, con scivoli e altalene, e gli studenti della elementare sono costretti a improvvisare lezioni di ginnastica nell'androne tra la scrivania della bidella e gli attaccapanni con il risultato che la maggior parte delle volte rinunciano all'attività fisica.

 

Elena Amadori