Tutti in piazza per il parcheggio

0
23

Quattro comitati di quartiere, due comitati dei genitori, semplici cittadini, tutti in piazza per chiedere ciò che spetterebbe loro di diritto. Sono stati in tanti ieri a partecipare alla manifestazione in via di Dragone, promossa per ottenere l’apertura del parcheggio antistante l’istituto comprensivo Marco Ulpio Traiano di Dragona. L’area sosta è stata infatti ultimata da ben due anni, ma non è mai stata utilizzata dai cittadini.

«Da questa mattina abbiamo raccolto oltre 500 firme, – spiega Alessandro Ieva del Comitato di Bagnoletto, nel gazebo allestito per l’occasione insiemeai membri dei comitati di Dragona, Dragoncello, Tre Pizzi Bagnolo e dei comitati genitori delle scuole Traiano e Giovanni Paolo II – sono stati in molti ad appoggiare la nostra battaglia, perché tutti vorrebbero poter usufruire di quel cantiere ancora sigillato con i jersey». Una situazione di disagio tangibile quella vissuta dai genitori della Traiano e dai residenti della zona. Quando intorno alle16.30, la campanella suona su via di Dragone si scatena l’inferno. Code di macchine, bambini che tentano di attraversare la strada, mamme con il passeggino che si fanno strada sull’asfalto. Nulla di sorprendente visto che la scuola ospita ben 1600 alunni.

«Non è solo un problema per noi genitori, – racconta Francesca, giovane mamma che aspetta il figlio all’uscita e approfitta per aggiungere la sua firma alla petizione – ma anche per i residenti delle palazzine adiacenti il parcheggio e realizzate dalla stessa ditta. Gli abitanti ci hanno detto che gli è stata staccata l’acqua perché i contratti non sono stati rinnovati». 


L'articolo completo nel giornale di oggi