In 300mila per la beatificazione di Papa Wojtyla

0
20

Per la giornata della beatificazione di Giovanni Paolo II, che coincide con la data della notte in cui l'anziano Papa morì, sono attese almeno 300mila persone. E’ il dato che ha reso noto questa mattina l'amministratore delegato dell'Orp, padre Cesare Atuire, durante una conferenza stampa in via della Pigna parlando dell’evento che coinvolgerà Roma il prossimo primo maggio. La giornata, organizzata dall'Opera Romana Pellegrinaggi in collaborazione con Comune, Provincia e Regione, avrà al centro una veglia e la cerimonia di beatificazion: tutto in coincidenza con lo storico ”concertone” dei sindacati in Piazza San Giovanni, altro punto chiave della Roma cristiana. Nel corso della conferenza stampa padre Atuire ha ricordato che la stima numerica è «basata su eventi precedenti come i funerali del Papa e prendeva in considerazione due settimane, dalla morte all'elezione del nuovo Pontefice»

“Stiamo lavorando su una ipotesi di 300mila persone per la veglia e la beatificazione. Ciò è suscettibile di cambiamenti e siamo pronti a questi – ha proseguito Atuire. "Arrivando a considerare anche il periodo che seguirà la cerimonia, ha spiegato ancora Atuire “arriviamo a oltre un milione e mezzo e due milioni di persone”.

Quanto alla situazione dell’accoglienza in città è intervenuto il vicepresidente dell’Orp, Mons Liberio Andreatta, che ha spiegato: “Roma è pronta ad accogliere tutti i pellegrini. Abbiamo la disponibilità di Roma, del Lazio. Non c'è una emergenza, c'è posto per tutti. C'è chi ha alzato il prezzo degli alloggi: vale anche per noi che fa più rumore una pianta che cade che una foresta che cresce. C'è sempre qualcuno che fa il furbo. Con il Comune, la Regione e la Provincia ci stiamo organizzando straordinariamente”.“Per le spese – prosegue Atuire – non abbiamo voluto gravare sui bilanci delle amministrazioni pubbliche e per questo ci siamo rivolti ai fedeli e a una serie di sostenitori come istituti di credito, fondazioni, privati. C'è stata una grande risposta”.

Ma la macchina organizzativa procede ed è atteso un fitto programma di eventi per i pellegrini: il 30 aprile al Circo Massimo alle ore 20 una veglia di preghiera sarà presieduta dal Cardinale Agostino Vallini. Al suo interno Papa Benedetto XVI effettuerà un collegamento video con la piazza. Poi, il primo maggio alle 10 il Papa presiederà la messa di beatificazione in piazza San Pietro. E all’interno della Basilica vaticana sarà possibile effettuare la venerazione delle spoglie del pontefice. Il 2 maggio alle 10.30 infine in piazza San Pietro il segretario di Stato Tarcisio Bertone presiederà la messa di ringraziamento per la beatificazione di Giovanni Paolo II.

Sono stati previsti accordi e facilitazioni per i trasporti e le strutture alberghiere, ma anche chi non potrà permettersi una stanza sarà favorito grazie alla collaborazione della Regione che ha messo a disposizione due campi per giovani a Civitavecchia e Fiumnicino. Anche la Provincia di Roma è coinvolta nel sostegno all’evento e per aiutare per favorire l’accoglienza. Sul fronte dei mezzi pubblici va segnalato infine che nei giorni tra il 30 aprile e il primo maggio la metropolitana resterà aperta tutto il giorno tranne che dalle 2 alle 4 di notte. Per ulteriori informazioni www.jpiibeatus.org (5web)