Il Pd alla Polverini: Sanità, sì a Marino ma Frascati non si tocca

0
19

 

"Che si apra un nuovo pronto soccorso a Marino dopo averne condannati alla chiusura ben 11 in tutto il territorio delle province laziali, può anche essere un fatto positivo, a patto che non venga chiuso quello dell’ospedale di Frascati perche altrimenti l’operazione per la sanità regionale sarebbe a saldo zero e viziata dal sospetto". E' quanto dichiarano il capogruppo Pd Esterino Montino e il consigliere regionale Enzo Foschi.

"Quello cioè che, per mere ragioni elettorali, si dia via ai lavori , per poi disattivare quello già funzionante ed in posizione strategica per la popolazione dei Castelli e che fa 34 mila interventi l’anno. D’altra parte – continuano – come testimonia la vicenda del S. Lucia, quando c’è la campagna elettorale la Presidente, promette a destra e a manca di tutto e di piu, per poi fermarsi perche , magari, il tavolo tecnico ministeriale, porrà uno stop ad un intervento che riterrà non necessario.

A quel punto però i cittadini avranno già votato. Il trasferimento infatti costerebbe 3 milioni e 600mila euro come confermato da uno studio di fattibilità della ASL Roma H e rappresenterebbe un bel regalo tra amici tutto a scapito dei pazienti. La Polverini – concludono i due – deve dare rassicurazione ai cittadini dei castelli che non  sarà chiuso o ridotto il Pronto Soccorso di Frascati perche sarebbe  antieconomico (è stato inaugurato un anno e mezzo fa dopo un intervento di ristrutturazione costato 600 mila euro) e inaccettabile".