San Vito Romano, è emergenza sociale

0
39

 

Lo stato di calamità naturale. Lo chiede a gran voce Amedeo Rossi, sindaco di San Vito Romano, uno dei comuni dei Monti Prenestini più colpiti dall’eccezionale ondata di maltempo dei giorni scorsi che ha provocato danni ingenti, frane e smottamenti anche a Olevano, Rocca Santo Stefano, Bellegra, Gerano e Pisoniano. «I danni sono tantissimi – ha raccontato il sindaco Rossi – e riguardano strutture pubbliche e private. La Provincia di Roma e il Presidente Zingaretti ci sono stati da subito concretamente vicini in questa emergenza, non capisco perché altrettanto non stia facendo la Regione Lazio. Mercoledì ho un incontro con il prefetto per rappresentargli una situazione drammatica. Anche oggi – ieri n.d.r.- ho dovuto lasciare chiuse le scuole, ci sono dodici famiglie, circa quaranta persone, che hanno la casa inagibile e sono ospitate in albergo a spese dell’amministrazione comunale. Manca l’elettricità in molti edifici e di fatto ci sono molte abitazioni isolate perché la Provinciale San Vito – Bellegra è chiusa per frane in più punti come la San Vito-Ponte Orsini e la Provinciale Empolitana chiusa all’interno di San Vito Romano per smottamento grave». Eppure l’assessore all’ambiente della Regione Lazio, Mattei, sabato scorso era andato a fare un sopralluogo a San Vito Romano e negli altri comuni colpiti dal maltempo e aveva testimoniato la presenza e la vicinanza della Regione. «Da lunedì – aveva detto Mattei – avremo un quadro più completo e definito sul quale pianificare tutti gli interventi a sostengo dei comuni e delle province interessate dal maltempo'». Ma il Comune di San Vito Romano attacca, per bocca del suo sindaco. «Non è arrivata neanche la Protezione Civile regionale – ha detto Rossi – eppure avremmo bisogno di sostegno e aiuti, le persone che hanno perso le abitazioni vanno soccorse subito». Anche il Partito Democratico alla Regione Lazio in una dichiarazione congiunta di Esterino Montino ed Enzo Foschi Lazio si associa alla richiesta del sindaco per ottenere lo stato di calamità naturale. Il vicepresidente Bruno Astorre ha annunciato che chiederà domani in Consiglio chiarimenti agli assessori Mattei e Malcotti sullo stato degli interventi.  Solidarietà è giunta anche dal deputato del Pd Renzo Carella che ha rivolto un plauso alla Provincia di Roma per i solleciti aiuti. «Plaudo all’azione veloce della Provincia di Roma e all’immediato sopralluogo del presidente Zingaretti e dell’assessore alla Viabilità Vincenzi sui luoghi colpiti – afferma Carella – Occorre però che la Regione Lazio assuma una forte iniziativa economica e intervenga in modo spedito e risolutivo. Per far tornare la città in una situazione di normalità è necessario una presenza con forze e finanziamenti straordinari. Mi auguro che la Regione, così come ha già fatto la Provincia di Roma, dia il proprio contributo, assolutamente necessario per il comune di San Vito».

 

 

Alessandra Mancini