Castelli/ Dieci comuni contro l\’inceneritore

0
26

Ricorso al Consiglio di Stato per i dieci comuni checonferiscono nella discarica di Roncigliano. Dopo lavittoria al Tribunale Amministrativo Regionale che ha bloccato la costruzione dell’inceneritore e il conseguente ricorso del consorzio Coema, i sindaci di bacino si sono schierati con un’azione legale "ad adiuvandum" al fianco dei cittadini e dei Comitati. Essendo sede di discarica e delprobabile inceneritore, Albano ha dato poi mandato ancheai suoi avvocati di continuare il proprio percorso giurisdizionale. 

«Ci sembrava d’obbligo proseguire sulla via intrapresa inpassato – afferma il sindaco Nicola Marini – ed è perquesto che abbiamo chiamato di nuovo, intorno ad untavolo, tutti i primi cittadini interessati al problema,ricevendo la loro risposta positiva per il ricorso ad adiuvandum al Consiglio di Stato. Queste sono battaglie che sivincono stando uniti, con una strategia comune tra le cittàe con l’obiettivo sempre chiaro della tutela della salute dei cittadini». 

La riunione tra i sindaci di Albano, Ariccia, Castel Gandolfo,Genzano, Nemi, Lanuvio, Ardea, Pomezia, Rocca di Papa eMarino, si è tenuta la scorsa settimana e in mattinataverrà depositata tutta la documentazione necessaria all’avvocato Petretti per portare avanti l’azione legale. Ilparere del Consiglio di Stato si dovrebbe avere tra sei, otto mesi. L’ennesima puntata di una vicenda che, probabilmente,dovrà durare ancora diverso tempo prima di vedere scrittala parola fine.