Frascati fa ricorso contro la chiusura del pronto soccorso

0
46

 

Il Comune di Frascati fa ricorso straordinario al presidente della Repubblica contro il decreto 80/2010 della Regione Lazio sulla riorganizzazione della rete ospedaliera regionale. Il decreto prevede la chiusura del pronto soccorso dell'ospedale San Sebastiano di Frascati e il trasferimento dei reparti ad esso strettamente collegati, a Marino.

Il sindaco Stefano di Tommaso ha così commentato il decreto: "Il Comune di Frascati – prosegue Di Tommaso – a tutela della collettività interessata all'assistenza sanitaria prestata dall'ospedale San Sebastiano ritiene tale provvedimento lesivo e fortemente pregiudizievole dei propri interessi, in quanto tale decreto renderebbe insufficiente l'assistenza sanitaria nel territorio tuscolano (il distretto RM H 1 conta ben 80.000 abitanti), con pericolo per la tutela della salute e della vita dei cittadini residenti, che sarebbero costretti a rivolgersi al pronto soccorso di Tor Vergata gia' in grave difficolta'. Voglio poi sottolineare che lo stesso destino avrebbero i ben 10.000 cittadini dei Municipi VII, VIII e X di Roma che accedono annualmente al pronto Soccorso di Frascati, su un totale di 34.000".

"Tutto cio'- aggiunge il sindaco- e' stato deciso con provvedimenti a dir poco 'contraddittori': basti pensare che, a distanza di un solo giorno da quanto deciso il 29 settembre 2010 con il decreto n. 73 di approvazione della rete dell'emergenza nella Regione Lazio, in cui era ricompreso l'ospedale di Frascati, il commissario ad acta Polverini, con decreto n. 80 del 30 settembre 2010, ha disposto, senza motivazione alcuna ed in contrasto con quanto approvato fino al giorno prima, la chiusura del pronto soccorso dell'ospedale San Sebastiano Martire di Frascati".   

Per concludere, Di Tommaso aggiunge: "Il commissario ha disposto la chiusura di tali strutture aggiungendo, semplicemente, una nota nella scheda dell'ospedale San Sebastiano riportata nell'allegato D del decreto n. 80  (5web)      

È SUCCESSO OGGI...

Chiude la figlia in macchina e va a giocare alle slot machines

In preda alla febbre del gioco, ha preso l'auto della donna per cui lavora come badante, ha parcheggiato nei pressi di un bar di Villanova di Guidonia, chiuso la figlia di 7 anni in...

Accendono il forno e prendono fuoco: feriti padre e figlia

Una fiammata li ha investiti non appena acceso il forno. Probabilmente per un fuga di gas ieri verso le 19.30 è divampato un incendo in una casa in via di Gricciano, nei pressi di Cerveteri....

Fa il pieno di benzina, paga con banconote false e scappa

A seguito di una segnalazione giunta al NUE 112, i Carabinieri della Stazione di Roma San Paolo hanno arrestato una 20enne romana, disoccupata e già nota alle forze dell’ordine, con l’accusa di spendita e...
Legacoop Lazio ha scritto una lettera aperta alla sindaca Virginia Raggi per chiederle un confronto sulle recenti decisioni della Giunta (Foto Pizzi)

La democrazia partecipata non è solo un click dei 5stelle

Una nota della sindaca Virginia Raggi e dei consiglieri del M5S di Roma Capitale annuncia che, dopo 23 anni dall’ultimo regolamento in materia di partecipazione popolare, è stata presentata una proposta di delibera di...
regione lazio

Dopo 18 anni il nuovo piano sociale regionale 2017/19

Dopo 18 anni è stato presentato oggi alla Regione il piano sociale regionale per il triennio 2017-2019: uno strumento per rafforzare l’impegno per contrastare le disuguaglianze sociali e la povertà, e per garantire un...