Nuova linea FR2, presentati lavori del raddoppio

0
53

Presentato dalle ferrovie il progetto per il raddoppio e l'ammodernamento della linea FR2. Ecco il comunicato ufficiale

Al via i lavori per il raddoppio dei binari fra Lunghezza e Guidonia, sulla linea FR2 Roma – Tivoli – Avezzano. Undici chilometri di linea a doppio binario, rinnovamento dell’intera sede ferroviaria, sistemi tecnologici avanzati. Standard di servizio tipo metropolitano, barriere antirumore e chiusura definitiva di cinque passaggi a livello. Due le nuove stazioni con parcheggi di scambio: Tivoli Terme e Guidonia Collefìonto. Questi i principali interventi pianificati da Rete Ferroviaria Italiana per un investimento complessivo di 150 milioni di euro. L’ultimazione delle opere è prevista entro il 2014.  

Gli interventi funzionali per la nuova linea sono state illustrate oggi da Michele Mario Elia, ad di RFI, alla presenza di Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea, e Angelo Maria Cicolani, Commissione Lavori Pubblici del Senato. All’evento hanno, inoltre, partecipatoFrancesco Lollobrigida, assessore alla Mobilità e Trasporti della Regione Lazio, Eligio Rubeis, sindaco di Guidonia e Sandro Gallotti, sindaco di Tivoli. 

Il raddoppio della linea fra Lunghezza e Guidonia è un progetto che cambierà radicalmente lamobilità dei pendolari dell’asse tiburtino e migliorerà sensibilmente il tessuto urbano circostante. Sulla linea regionale FR2 Roma – Tivoli – Avezzano circolano ogni giorno 77 treni utilizzati da oltre 18.000 viaggiatori. Il raddoppio della linea consentirà la programmazione di servizi metropolitani ad orario cadenzato. 

LE OPERE PRINCIPALI: 
  
LA LINEA
 – Sarà raddoppiata per 11 chilometri, da Lunghezza a Guidonia, e attrezzata con SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno), il sistema che controlla, istante per istante, la velocità del treno e che comanda in automatico la frenatura del convoglio in caso di mancato rispetto dei limiti imposti dal sistema. 
Inoltre, in prossimità di abitazioni, saranno installate barriere antirumore. 
Oltre ai binari di transito a Guidonia Collefiorito sono previsti binari dedicati alla sosta e ripartenza dei treni che collegano Roma Tiburtina a Guidonia Collefiorito. 

PASSAGGI A LIVELLO – Saranno chiusi definitivamente 5 passaggi a livello. Tre nel comune di Tivoli (Via Lucania, Via Cesurni e Via Parma); i restanti due nel comune di Giudonia (Via dell’Albuccione e Via Moris). Al loro posto saranno realizzati sottopassi ferroviari e una nuova viabilità stradale. Tutto a vantaggio di una maggiore regolarità dei treni, della sicurezza stradale e della diminuzione di emissione dei gas di scarico delle auto ferme in attesa di attraversare i binari.

STAZIONE TIVOLI TERME – Il nuovo Fabbricato Stazione (circa 2.000 metri quadrati) avrà un ampio atrio e un locale bar con servizi. Le banchine saranno coperte con moderne pensiline; un sottopasso permetterà di raggiungere i binari; l’informazione al pubblico verrà garantita con monitor e annunci sonori informatizzati. Per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni saranno realizzati due nuovi marciapiedi secondo gli standard del servizio ferroviario metropolitano (lunghezza 250 metri, altezza 55 centimetri). Inoltre, tutta l’area ferroviaria sarà video sorvegliata. Nel piazzale esterno alla stazione ci saranno due parcheggi di interscambio per 312 posti auto, 28 posti moto, una zona dedicata al capolinea degli autobus, con 5 banchine, e un’area di fermata per mezzi privati e taxi. Prevista infine una viabilità di raccordo con la rete stradale esistente. 

STAZIONE DI GUIDONIA COLLEFIORITO – L’edificio (circa 1.700 metri quadrati) sarà realizzato sullo stile architettonico delle nuove stazioni metropolitane della linea. Anche Guidonia Collefiorito avrà un atrio, un locale bar, servizi, pensiline, un sottopasso e monitor informativi. Saranno 3 i nuovi marciapiedi (lunghezza 250 metri, altezza 55 centimetri) e tutta l’area ferroviaria sarà video sorvegliata. Nel piazzale esterno alla stazione sarà presente un parcheggio con 586 posti auto, 36 stalli per motocicli, un capolinea per linee extraurbane ed urbane, con 3 banchine di fermata. Inoltre, sono previste aree di parcheggio per sosta inoperosa di 5 posti pullman, una corsia di fermata per i mezzi pubblici, taxi e mezzi privati. Sarà ridefinita anche la viabilità locale, con rampe e rotatoria collegata alla Bretella tra la SS5ter e la Maremmana in località Pantano