Incontro Maroni-Alemanno, niente di nuovo

0
28

Alla fine l'incontro Maroni-Alemanno, c'è stato. Ma oltre alla soddisfazione espressa dal sindaco poco si conosce dell'incontro di giovedì pomeriggio, durato meno di un'ora. Quello che invece emerge è l'impegno del prefetto Pecoraro, che mercoledì prossimo, quando si terrà l'incontro dei Commissari straordinari per l'emergenza nomadi «alla luce delle nuove esigenze che si sono evidenziate sul territorio, porterà un aggiornamento del Piano nomadi per il Lazio che sarà poi valutato dal Governo».

Nessuna novità sostanziale, insomma, e nessuna bocciatura formale al Comune di Roma. Solo una timida apertura, che arriva dopo un'attesa prolungata del sindaco Alemanno davanti all'ufficio di Maroni e una sostanziale conferma, almeno per ora, delle parole pronunciate dal ministro dell'Interno nelle ore del lutto per la morte dei quattro bimbi Rom: "C'è un piano nomadi definito nei dettagli, finanziato, con riunioni di aggiornamento con le regioni ogni due-tre mesi", aveva chiarito: "L'ultima è stata fatta prima di Natale e non era stata segnalata alcuna emergenza".

Ma le polemiche non si fermano: mentre il Comune sta realizzando sopralluoghi a Torre Spaccata (X municipio), Massimina (XVI) e La Rustica (VII) per installare altrettante tendopoli dove ricoverare gli abitanti dei vari micro-campi abusivi, gli amministratori dei vari municipi protestano. Intanto ieri pomeriggio in piazza del  Campidoglio sono continuate le manifestazioni pacifiche di cittadini e associazioni in difesa dei Rom con un sit-in animato da fiaccole e striscioni. (5web)