Piantagione di marijuana a Rocca di Papa

0
84

Sono finiti in manette martedì sera tre fratelli tra i venti e i trenta anni trovati in possesso di cinquanta piante di marijuana del peso complessivo di 18 kg e un 1 kg di resina di canapa. Il blitz antidroga è stato effettuato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Castel Gandolfo che hanno fatto irruzione in una villetta di Rocca di Papa.

L’attività investigativa era partita a seguito dei sempre più frequenti fermi di giovani in possesso di modiche quantità di droga destinate all’uso personale. Tutti i fermati riferivano di essersi riforniti da tre fratelli di Rocca di Papa, molto noti nell’ambiente per la loro produzione di ottima qualità.

La coltivazione di marijuana è piuttosto remunerativa: con un investimento iniziale di circa 1.000 euro si possono ricavare fino a 20.000 euro. In Italia, tuttavia, è un reato gravemente punito e adesso i tre fratelli rischiano fino a sei anni di carcere per l’accusa di produzione e spaccio di sostanze stupefacenti. (5web)