La prigione degli stranieri di Caterina Mazza

Centri di Identificazione e di Espulsione. Prefazione di Giuliano Amato

0
246
Il libro di Caterina Mazza con prefazione di Giuliano Amato

Quindici anni fa, l’Europa in toto, alle prese con flussi crescenti di immigrazione, decise che non si poteva fare a meno dei Cie. Eppure è difficile rintracciare un fondamento costituzionale di questi istituti. Come funzionano? Quali sono le condizioni di vivibilità interna? E soprattutto, quale utilità ricoprono nel rendere effettiva la politica che ha portato alla loro istituzione? Nei centri i migranti, pur non avendo commesso alcun reato, si trovano in una condizione di privazione della libertà personale. Tuttavia, è probabile che nessuno vorrà eliminarli o riformarli fintanto che in Europa continueranno a prevalere i sentimenti autodifensivi delle comunità nazionali. L’autrice cerca di chiarire dunque se i CIE servano davvero a disincentivare gli stranieri irregolari dal permanere sul territorio nazionale; se, in termini di costi economici e umani, convengano allo Stato; e, infine, se sia possibile formulare possibili alternative.

È SUCCESSO OGGI...

As Roma-Real Champions League

Calciomercato Roma, problemi per Manolas allo Zenit. Gonalons a un passo. E Dolberg…

Si intoppa la trattativa Manolas-Zenit. Il difensore della Roma, su cui giallorossi e russi hanno trovato l'accordo per il suo trasferimento al club di San Pietroburgo (30 milioni + bonus), non ha ancora dato il via libera...
Bimbo caduto nel pozzo: è in condizioni gravissime

Velletri, cade in un pozzo di oltre 5 metri: salvato dai vigili del fuoco

Dalle otto di questa mattina i vigili del fuoco di Velletri, comando vvf Roma, con l'ausilio del nucleo SAF hanno tratto in salvo un uomo di circa 70 anni di nazionalità italiana, caduto in...
tuscolano civitavecchia

Collatina, incendio vicino scuola: scatta l’allarme salute

“Un grosso incendio è divampato poco fa nei pressi della scuola materna Dalmazio Birago, vicino via Collatina, e sta preoccupando personale scolastico e genitori, i quali allarmati dalle maestre, sarebbero stati sollecitati ad andare...

Tenta di evadere dal carcere, fermato all’ultimo momento

Sventato a Roma pochi minuti fa, dalla Polizia Penitenziaria, un tentativo di evasione dal carcere trasteverino di Regina Coeli. Il detenuto straniero è saltato dai passeggi ma, notato dal personale di Polizia Penitenziaria presso la...

Campidoglio, a Trastevere una targa per Lucio Dalla. Così Roma ricorda l’artista bolognese

Nella casa di vicolo del Buco a Trastevere Lucio Dalla ci ha vissuto per 10 anni, dal 1980 al 1990. Lì come ricorda l’amico Antonello Venditti - che insieme a De Gregori, Ron, gli...