Tutto pronto per la seconda edizione di “Pigneto spazio aperto”

0
48
 

Forte delle 60mila presenze della prima edizione, l’associazione culturale No More T (Circolo dal Verme) Cineclub Detour, Muzak, Le Mura e la Libreria Minimum Fax – presentano la seconda edizione del Festival dedicato alle culture indipendenti “Pigneto Spazio Aperto”, al Parco del Torrione Prenestino dal 18 giugno al 14 agosto 2013. Vera sorpresa dell'Estate Romana 2012, recensito dalla critica e amato dal pubblico che ha riempito le serate di musica, teatro e cinema l’estate scorsa, Pigneto Spazio Aperto replica e consolida la sua posizione nel panorama delle manifestazioni estive della Capitale grazie anche al patrocinio del Municipio VI del Comune di Roma.

Cinquantotto giorni di programmazione varia e articolata, in un villaggio di 6000 mq, con concerti, rassegne cinematografiche e teatrali, presentazioni di libri e mostre d’arte, laboratori per adulti e bambini, mercatini di artigianato, punti ristoro e spazi di socialità. La location è il Parco del Torrione di Via Ettore Fieramosca, da poco restituito al quartiere in tutta la sua bellezza. Immerso nel cuore della metropoli, ospita al suo interno il Mausoleo del Torrione, risalente al I sec. a.c. Si trova a due passi dall'isola pedonale di via del Pigneto, luogo d'incontro di molti giovani e studenti, dei quartieri Prenestino e Casilino. Un ambiente conviviale, nel quale si incontrano le due anime del Pigneto, quella più popolare e tradizionale e quella più vivace e variopinta della nuova generazione di studenti e artisti, che da anni caratterizzano il quartiere.

Rispetto alla passata stagione troviamo nuovi  attori  nell'organizzazione dell' evento; all'Ass. Cult. “No More T. (Circolo dal Verme)” e all'Associazione Culturale “Cineclub Detour”, si affiancano  in questa nuova edizione il “Muzak” di Testaccio, le “Mura” di San Lorenzo e la libreria “Minimum Fax” di Trastevere.  L'arrivo di queste tre nuove realtà, attive ed affermate nel panorama romano, garantirà alla manifestazione una maggiore differenziazione nella programmazione e nell'offerta culturale. L'intera programmazione sarà incentrata su una proposta musicale e cinematografica originale e attenta alla qualità. Un’importante novità sarà il coinvolgimento di giovani artisti figurativi e performativi, i quali avranno a disposizione delle apposite aree espositive e opereranno in progetti e performance site-specific per il parco.

Per quanto riguarda la musica, si spazierà dalla sperimentazione al rock e jazz, dalla  musica pop al cantautorato italiano, con particolare attenzione alle nuove leve. Sul palco, ad esempio, Lee Ranaldo, ex chitarrista dei Sonic Youth, Terje Nordgarden, giovane cantautore Norvegese ben noto in Europa e prodotto da Paolo Benvegnù; Gionata Mirai, chitarrista di “Il teatro degli Orrori”, con il suo  progetto solista; Honeybird and the Birdies, già sul palco del prestigioso Primavera Sound di Barcellona; Lorenzo Senni in arte Stargate, artista poliedrico milanese che ha partecipato a numerosi Festival internazionali; Fine Before You Came, il cui disco “Sfortuna” nel 2011 è stato inserito dalla rivista “Mucchio Selvaggio” tra i 50 album fondamentali del rock italiano dal 2000 in poi; Emerald leaves, con alla batteria Philppe Petit, già collaboratore di Lydia Lunch ed altri nomi illustri; Il Cile, collaboratore dei Negrita nel loro ultimo album, già esibitosi all'Heineken Festival nel 2012 ed unico artista italiano nel cast artistico della manifestazione; Marco Iacampo vincitore di molti concorsi tra cui Arezzo Wave. Tra gli altri nomi : Bachi da Pietra, Mike Cooper, Fuzz Orchestra, Retox (ex Locust) , Pelican, Civil Civic .

La validità della proposta ed il riscontro di pubblico della prima edizione hanno dato inoltre il via ad una serie di collaborazioni con realtà importanti:  Radio Fandango organizzerà ogni domenica dei live set acustici di giovani artisti emergenti;  la 42 Records, etichetta tra le più attive nel panorama indie e nella ricerca di giovani  leve, organizzerà due rassegne per presentare le sue nuove produzioni (Ausgang Produzioni porterà “Roma Brucia” rassegna sui giovani emergenti della Capitale ma porterà anche artisti di rilievo internazionale); alcune serate saranno in collaborazione con Rai Radio 3; il Festival “SUONA FRANCESE” in collaborazione con l'Ambasciata di Francia presenterà la serata romana a Pigneto Spazio Aperto.

 Il cinema curato dal Cineclub Detour e suddiviso in diverse rassegne,  caratterizzate da un interesse prevalente, ma non esclusivo, per il “cinema che non si vede al cinema”, cioè che non riesce ad accedere al tradizionali circuito di distribuzione nelle sale cinematografiche,  sarà proposto in parte prima dei concerti, con rassegne dedicate a cortometraggi e mediometraggi, ed in parte sarà invece in "seconda serata", dopo i live musicali. Si spazia da retrospettive dedicate al cinema d'autore nostrano, con Antonietta de Lillo, Daniele Gaglianone, Giuseppe Piccioni, ad una serata dedicata a Renato Nicolini; da  una rassegna di rarità, interviste e documentari attorno alla figura di  Mario Monicelli, ad un mini-festival di nuovi cortometraggi. La libreria Minimum Fax, che fa capo alla relativa casa editrice indipendente, nota per l’originalità delle iniziative che svolge durante l’anno nella sua sede di Trastevere, curerà una serie di appuntamenti a cadenza settimanale legati al mondo dei libri e dell'editoria con incontri con scrittori e disegnatori e legati alla rivista culturale Minima&Moralia.

 Quest’anno la cucina di Pigneto Spazio Aperto, curata in collaborazione con lo chef Marco Gallotta (Primo e Rosti) e il collettivo di giovani creativi del cibo  “The Fooders”  (Mazzo), affiancherà la programmazione artistica: 150 mq del Parco saranno destinati alla ristorazione, per una proposta democratica di cucina di qualità. Vale a dire piatti preparati con criterio e professionalità, a prezzi bassi. Come per la cucina, un’impronta distintiva anche per il Bar, con una selezione di birre artigianali, vini naturali, miscelati di ricerca e una  Gelateria artigianale. Nell'area verrà promossa, attraverso la selezione delle materie prime e alla preparazione di queste, un'idea di consumo critico e consapevole.

Il Festival garantirà sempre  libero accesso all'area del parco, mentre solo alcuni eventi musicali saranno a pagamento. Gli spazi saranno gestiti in modo da permettere alle rassegne musicali, cinematografiche e teatrali, di essere affiancate da stand aperti dalle 18 alle 2.  Gli stand saranno dedicati all’esposizione e alla vendita di prodotti artigianali ed enogastronomici, al mercato dell'usato, del vintage, alle librerie e alle distribuzioni musicali.