Roma, il “MAXXI tra i musei più spettacolari del mondo”

0
40
 

“Oltre al Colosseo e ai meravigliosi tesori dell’antichità, dal 2010 c’è una nuova attrazione per cui vale la pena visitare  la Città Eterna : si tratta del “MAXXI”, uno dei più spettacolari musei del mondo”. Parola del diffusissimo settimanale tedesco Focus che dedica un ampio reportage, firmato da Jana Wagner, alle più sbalorditive cattedrali della cultura, consigliando ai suoi cinque milioni di lettori, turisti tedeschi e big spender, di visitare Roma per scoprire questo gioiello architettonico. “Nella culla della storia, il MAXXI, ovvero il Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, curato dall’architetto e designer di origini irachene Zaha Hadid, è un vero e proprio tempio della modernità fatto erigere nel quartiere Flaminio, in una ex zona militare.

La struttura architettonica esterna – prosegue  la Wagner –  è tra le più innovative del mondo: due basi a forma di “L” che si intersecano e sovrappongono, costituite da cemento bianco, vetro e acciaio. Gli spazi interni sono luminosissimi e la luce del sole penetra dalle vetrate creando un effetto straordinario. Le pareti del complesso non presentano angoli squadrati e non sono perpendicolari al suolo, creando un’asimmetria molto affascinante. All’interno, oltre all’esposizione di opere di grandi artisti contemporanei come Gerhard Richter, si trova anche ‘Maxxi Architettura’, il primo museo d’architettura in Italia”.

Nella speciale classifica di Focus il Maxxi di Roma è in ottima compagnia. Si va dal Museo Soumaya di Città del Messico, la cui copertura esterna è costituita da uno strato metallico molto somigliante alla pelle di un serpente al museo alpino “Haus der Berge”, nel parco naturale Berchtesgaden, in Baviera avente la forma di un immenso cubo di vetro fino al “Museum de Fundatie” di Zwolle, in Olanda, la cui nuova costruzione sul tetto a forma di ellisse lo fa sembrare un’astronave e al “Louvre” di Abu Dhabi, che aprirà ufficialmente nel 2015, e che avrà come maggiore attrazione la cupola a bassissimo impatto ambientale. Non è da meno il “Mucem” di Marsiglia, con la sua spettacolare passerella installata sul mare e legata artificialmente allo storico Forte Saint Jean.