La Notte dei Musei, cultura a portata di tutti

0
40
 

Si avrà solo l’imbarazzo della scelta perchè domani sera Roma, in contemporanea con tutta Europa, aprirà le porte alla cultura con la quinta edizione di “La Notte dei Musei”.

Un’iniziativa che prevede l’accesso libero e gratuito a musei e spazi culturali in orario serale, e che ha in programma tanti eventi di arte, musica, danza, teatro, cinema, lettura e visite guidate, e tutti – davvero tutti – possono trovare qualcosa di proprio gradimento o comunque decidere di visitare e vivere per una notte la capitale (ma anche tanti centri in provincia) in maniera totalmente diversa dal solito.

La manifestazione, promossa da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, permetterà a partire dalle ore 20 e fino alle 2 di notte (con ultimo ingresso fissato all’una o comunque un’ora prima della chiusura) di visitare oltre 100 spazi espositivi e culturali, tra musei civici, musei statali, spazi privati, biblioteche comunali, accademie e istituzioni culturali straniere, istituti e le case di cultura, siti archeologici della città.

Ma oltre a mostre, concerti, e spettacoli di danza, teatro e letture, si potrà cogliere al volo l’occasione di entrare in luoghi che difficilmente sono aperti al pubblico. E’ il caso del Museo Ebraico di Roma, del complesso Lateranense (la basilica di San Giovanni in Laterano, il chiostro, il Sancta Sanctorum, la Scala Santa), e del carcere Mamertino al Foro Romano. Stesso discorso per la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica. Eccezionalmente aperte al pubblico anche Palazzo Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia in Italia, con la Galleria dei Carracci, la stanza dell’Ambasciatore (sala  dei Fasti farnesiani) e il salone d’Ercole; l’Istituto Cervantes di Roma; e l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, dove è in corso la mostra Soulages XXI Secolo.

Visite suggestive ai siti archeologici di pertinenza della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, come l’Insula Romana sotto Palazzo Specchi, l’Insula dell’Ara Coeli, il Ludus Magnus, l’Ipogeo di via Livenza, e il Sepolcro degli Scipioni. L’elenco completo dei musei e degli eventi lo trovate sul sito su www.museiincomuneroma.it.

Gianna De Santis